Rivolta contro Pallotta: “Se smonti sempre, prima o poi la paghi”

Il presidente e Monchi: sono loro due, secondo addetti ai lavori, tifosi e semplici appassionati, i maggiori responsabili della crisi che sta vivendo la Roma. Più di Di Francesco e dei calciatori, che non sono comunque esenti da colpe

di Redazione, @forzaroma

James Pallotta e Monchi: sono loro due, secondo addetti ai lavori, tifosi e semplici appassionati, i maggiori responsabili della crisi che sta vivendo la Roma. Più di Di Francesco e dei calciatori, che non sono comunque esenti da colpe, scrive “Il Corriere della Sera“. “Le sensazioni di molti – le parole di Angelo Di Liviosi sono rivelate giuste. Se ogni volta smonti la squadra non ti può andare sempre bene, prima o poi la paghi. La responsabilità è di chi ha fatto ancora una volta scelte pericolose sul mercato“.

Punta il dito sull’operato della società anche un grande ex come Claudio Ranieri: “Quando Di Francesco ha firmato, sapeva a cosa andava incontro. Quest’anno gli hanno venduto la spina dorsale della squadra“. Stesso pensiero per un altro ex come Cesare Prandelli: “Hanno cambiato molto, forse manca un po’ l’anima di questa squadra“. Sui social non si è placata minimamente l’onda lunga della protesta, cominciata quando ancora non era terminata la gara di Bologna. “Pallotta e Monchi, andate a casa!“, la sintesi del pensiero di molti tifosi su Twitter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy