Morassut: “Ora modernizzare Flaminio e Olimpico”

L’ex assessore (Pd): Tor di Valle era destinato a fallire. Lì si può realizzare un velodromo per i futuri Giochi

di Redazione, @forzaroma

L’ipertrofia del progetto contiene in sé la premessa del suo fallimento“. Dopo la retromarcia del club giallorosso sullo stadio a Tor di Valle, il dem Roberto Morassut, ex assessore all’Urbanistica nella prima giunta Veltroni, intervistato da Maria Egizia Fiaschetti sul Corriere della Sera, rilancia la sua proposta di rigenerazione urbana:La soluzione può essere nel recupero e nella modernizzazione del Flaminio e dell’Olimpico, due beni pubblici non obsoleti, mentre per l’atletica penso al campus di Tor Vergata“.

Come valuta la rinuncia al progetto dello stadio?
“Purtroppo tutte le amministrazioni che si sono succedute negli ultimi dieci anni si sono avventurate in questa vicenda, ma era chiaro che fosse di difficile praticabilità e con costi enormi. È uno dei capitoli del vuoto drammatico nel quale è sprofondata Roma a causa della subalternità a feticci quali il consenso delle curve e un atteggiamento debole nei confronti di certi poteri finanziari. La dichiarazione di pubblico interesse fa rabbrividire“.

Il M5S, però, ha sempre rivendicato la propria discontinuità con il passato.
Beh, volevano sovvertire tutto ma, a parte i continui avvicendamenti in squadra e i cambi di posizione, cosa resta? Io comunque distinguo tra Raggi e il Movimento, perché noto che si sta sviluppando una dialettica interna…“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy