L’idea è il 4-4-2. Tanti i dubbi, compreso il portiere

Un potenziale 11 titolare è indisponibile se si considerano gli acciacchi

di Redazione, @forzaroma

Di Francesco era un tecnico che spesso alla vigilia delle gare annunciava alcuni elementi della formazione, lo stesso non si può dire di Ranieri. Il neo allenatore romanista non ha concesso nulla perché dovrà fare i conti con tante assenze in ogni reparto: in difesa out Manolas, Fazio e Kolarov; a centrocampo De Rossi e Pellegrini; davanti Pastore, Cengiz e Dzeko. Mentre Schick e Zaniolo in settimana hanno avuto qualche acciacco di troppo. Le scelte obbligate, con Ranieri che non ha voluto sciogliere nemmeno il dubbio in porta (“Deciderò all’ultimo“) tra Olsen e Mirante. Come riporta il Corriere della Sera l’idea di base è il 4-4-2, ma gli uomini possono cambiare se il centrocampo sarà schierato a rombo o in linea. Con il centrocampo in linea, Perotti può finire a sinistra con Florenzi o Zaniolo a destra. “So bene – le parole di Ranieri – che il ruolo di Zaniolo è al centro, dipende però anche da chi può giocare esterno“. In difesa Marcano e Juan Jesus saranno i due centrali, Santon giocherà a sinistra. Convocati 5 ragazzi della Primavera Semeraro, Cargnelutti, Riccardi, Pezzella e Celar.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy