Il calcio studia la ripresa: allenamenti dal 4 maggio. Scintille Malagò-Gravina

Il presidente della Figc: “Anticipando la chiusura rischieremmo la paralisi totale”

di Redazione, @forzaroma

Il Ministro dello Sport Spadafora ha fatto capire che a maggio si può ripartire. L’importante è che il rischio sia portato vicino allo zero. Non la pensa così il numero uno del Coni Malagò: “Si dovrebbe fare un percorso netto. Si mette a rischio anche la prossima stagione. Sarebbe significativo per lo sport partire il primo settembre”. La risposta del presidente della Figc Gravina non si è fatta attendere: “Le conseguenze di una chiusura anticipata sono sotto gli occhi di tutti. Si rischierebbe una paralisi a causa dei ricorsi” riporta Il Corriere della Sera. Il piano per ripartire è semplice: visite mediche approfondite, sanificazione dei centri sportivi, allenamenti dal 4 maggio e campionato al nuovo via dal 30.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy