Godiamoci questa incertezza

Prendiamo con la giusta smorfia di sacrosanto disappunto il saliscendi tra sogno e delusione che continuerà fino alla fine

di Redazione, @forzaroma

Mettiamoci comodi e rimandiamo i giudizi alla fine scrive Paola Di Caro sul Correre della Sera. Godiamoci un campionato per una volta aperto ed emozionante, senza un padrone assoluto e un vincitore certo.

Prendiamo con la giusta smorfia di sacrosanto disappunto la mancata impresa che aspettiamo da troppo tempo, che magari arriverà tra due domeniche, oppure no, e il saliscendi tra sogno e delusione che continuerà fino alla fine. Accettiamo pure le polemiche, che sono il sale del nostro tempo, gestiamole con normalità perché toccano tutti prima o poi, perfino il Milan che è stato per 21 giornate capolista adesso viene guardato con sospetto. Figuriamoci se esistono intoccabili.

Non celebriamo ad ogni passo falso funerali precoci di una squadra o di un allenatore che stanno dando – tutti – quello che possono, nei loro pregi e difetti: se c’è una cosa di cui nessuno può permettersi di dubitare è che, comunque vada, ci hanno provato con serietà, dedizione, rispetto per i tifosi. Poi, alla fine, si farà un bilancio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy