Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

radio pensieri 2

‘RADIO PENSIERI’, MELLI: “Mi aspetto i tre punti dalla Roma”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo 92,7): “Secondo me la partita contro il Cagliari sarà una sofferenza, visto anche l'allenatore scorbutico che ha. Con Verona-Roma abbiamo visto come le squadre in difficoltà siano sempre difficili da affrontare"

Franco Melli (Radio Radio 104.5): "Io mi aspetto dalla Roma i tre punti, mi meraviglierei se ci fosse un risultato diverso. Credo ci sarà El Shaarawy visto che Mkhitarian l'ho visto giù contro il Napoli. Sarebbe sciocco spremere Abraham e non mi meraviglierei vederlo partire dalla panchina, visto l'infortunio alla caviglia e la partita di domenica contro il Milan".

Alessandro Vocalelli (Radio Radio 104.5): "Quando si affrontano le prime sette non c'è mai una favorita. Milan e Napoli stanno dimostrando di fare meglio, ma non sono molto più forti delle altre. Bisogna tenere da conto il fattore 'campo', l'Olimpico crea situazioni straordinarie. Ci sono tute le condizioni che la Roma vinca questa partita e si presenterà nelle condizioni migliori contro il Milan. Zaniolo come Abraham dovrebbero essere preservati da Mourinho per affrontare una partita complicata come quella contro il Milan. Credo che questa possa essere un'occasione per far rifiatare qualche giocatore".

Furio Focolari (Radio Radio 104.5): "Non si può dire che la Roma sia sfavorita all'Olimpico, al massimo possiamo parlare di un pareggio. I rischi per la Roma sono pochi, il Cagliari è ultimo e gli mancano quattro giocatori fondamentali".

Luigi Ferrajolo (Radio Radio 104.5): "Il Milan è una squadra formata, che ha un'identità, mentre la Roma ancora non è chiaro che tipo di squadra sia e non può pensare di giocare con i soliti 11. La Roma non ha scelta, deve vincere. Mi spaventa veder giocare Cristante con la diffida e perderlo per la partita contro il Milan sarebbe grave".

Gianluca Lengua (Radio Radio 104.5): "Non comprendo però il perché quando la Juventus decide di mettere un giocatore in tribuna viene applaudita mentre quando lo fa la Roma escono certe polemiche. Questa è una politica della società, se non fai il tuo dovere o vuoi restare per forza, allora vai in tribuna. Se Mourinho vuole far giocare Abraham perché deve mettere in campo Mayoral per forza? Ha parlato sempre bene dello spagnolo ora Mou ha diritto di fare ciò che vuole e punire chi non dà il massimo".

Francesco Balzani (Te la do io Tokyo/Centro Suono Sport 101.5): "Non vedo pericoli, credo che il Cagliari sia la squadra più abbordabile in questo momento, visto il momento che sta vivendo. La Roma deve vincere e farlo bene. Sono le partite come quelle di questa sera che ti possono permettere di sbloccare i giocatori, tra cui Zaniolo, che non segna dal 2020. Mourinho ha ammesso che c'è un problema su Abraham, deve essere servito molto di più. La Roma deve sistemare la sua rosa a gennaio per poter combattere contro le più forti. L'atteggiamento di Kumbulla è ciò che ha fatto la differenza con gli altri esclusi. Lui ha parlato con Mou e si è messo a lavorare invece di parlare sui social e creare polemiche".

Ugo Trani (Centro Suono Sport/Te la do io Tokyo 101,5): “Kumbulla sono sempre stato convinto fosse l’unico che Mourinho avrebbe riabilitato. Se poi mi chiedete come ha giocato in Norvegia, vi rispondo che è stato il peggiore. Sembrava fuori partita completamente. Cagliari non mi lascia mai tranquillo, ho tanti brutti ricordi ma il pareggio non voglio nemmeno prenderlo in considerazione".

Antonio Felici (Te la do io Tokyo/Centro Suono Sport 101.5): "Su Diawara credo che passando dal Napoli alla Roma con un contratto raddoppiato si sia convinto di essere un grande giocatore. Ma dovrebbe tornare al Bologna, non è un giocatore con un bagaglio tecnico all'altezza di una grande squadra. Tra Vlahovic e Leao? Sceglo Vlahovic perchè Leao non è un giocatore continuo, è altalenante."

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino 104,5): “Se al Cagliari togli cinque titolari, resta poca roba. Mi aspetto che la Roma vinca. I sardi sono l’avversario più in difficoltà che possano trovare, anche se come potenziale hanno una buona squadra"

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104,5): “Mi aspetto una vittoria. Non certo una partita con la stessa intensità vista con il Napoli. Sembra una partita facile, ma in realtà avrà tante insidie. Il Cagliari è in un pessimo momento, avranno voglia di dimostrare che possono giocarsela per la salvezza. La Roma dovrà fare una partita concreta. Con Cristante diffidato, Mourinho potrebbe non rischiarlo e mettere Darboe, altrimenti dovrebbe abbassare Pellegrini e inventarsi qualcosa"

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104,5): “Giocare con il Cagliari non è come giocare con il Napoli. Devi tenere alta l’intensità anche se non sono le stesse motivazioni. La differenza di qualità deve portarti a vincere. Non serve la migliore Roma, ma una buona Roma, quello si. Se la squadra non vince a Cagliari, domani faremo discorsi diversi"

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino 104,5): "Il Cagliari è ultimo in classifica, ma la Roma avrà difficoltà stasera. Se va sotto, i sardi sono incapaci di proporre una rimonta e organizzarla, ma finché non accade, sono lì che se la giocano, “alla Mazzarri”