Serie A, Sassuolo-Cagliari 1-1. Un punto che serve solo ai sardi

di finconsadmin

La trentatreesima giornata della serie A 2013/14 si apre con lo scontro salvezza tra Sassuolo e Cagliari al Mapei Stadium di Reggio Emilia. I padroni di casa si giocano una delle ultime chance per riagganciarsi al treno per restare in serie A; i rossoblù hanno una buona occasione per tirarsi quasi definitivamente fuori dalle sabbie mobili, aumentando il loro distacco sul terzultimo posto.

 

Di Francesco prova a giocarsela senza paura e schiera un 4-3-3 a trazione decisamente anteriore, imperniato sul tridente Berardi-Zaza-Sansone; anche Pulga, di ritorno sulla panchina dei sardi dopo l’esonero di Lopez, opta per un attacco a tre punte con Ibarbo ed Ibraimi ai fianchi di Sau. La posta in gioco è molto alta e l’avvio di partita è piuttosto equilibrato e senza particolari sussulti, con le due squadre piuttosto compatte, contratte e restie a prendere dei rischi. Passata la mezz’ora, il Sassuolo incomincia a spingere con maggiore convinzione e, al 36’, trova il gol: dopo una splendida combinazione dei tre attaccanti neroverdi, il pallone giunge al limite dell’area a Zaza che approfitta di un vistoso errore di posizionamento di Astori, controlla e calcia all’incrocio, battendo Avramov e portando in vantaggio i suoi. Galvanizzati dal vantaggio i padroni di casa prendono sicurezza e controllano in scioltezza la situazione fino al fischio dell’arbitro Russo che manda le squadre negli spogliatoi.

 

In avvio di ripresa il Cagliari parte con grande decisione: dopo nemmeno un minuto Ibarbo si invola sulla sinistra e punta Antei che lo stende in area di rigore; l’arbitro fischia la massima punizione e Ibraimi la trasforma riportando in equilibrio le sorti dell’incontro. Il gol è una mazzata per il morale del Sassuolo ed una iniezione di fiducia per i sardi ed inverte l’inerzia dell’incontro: gli uomini di Pulga sembrano aver ritrovato le certezze smarrite dopo il gol avversario e prendono in mano il comando delle operazioni. Intorno alla metà del secondo tempo i neroverdi si scrollano di dosso lo shock e si ritrovano: al 67’, Missiroli serve Floro Flores in area, ma l’attaccante napoletano sbaglia la mira e calcia a lato. Nel finale, gli emiliani cercano di riportarsi in vantaggio chiudendo gli avversari nella loro metà campo e, all’84’ sprecano una clamorosa palla gol con Sansone, che, imbeccato da Missiroli, si ritrova solo davanti ad Avramov, ma la sua conclusione è debole e fuori misura. Gli uomini di Di Francesco continuano a crederci e provarci fino all’ultimo minuto, anche a costo di rischiare di perderla, e si arrendono solo al triplice fischio dell’arbitro, che sancisce un pareggio che fa comodo soprattutto al Cagliari.

 

 

TABELLINO

 

Sassuolo-Cagliari 1-1

 

 

Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Gazzola, Antei, Ariaudo, Longhi; Biondini(81’Floccari), Magnanelli, Missiroli; Berardi(57’Floro Flores), Zaza, Sansone(88’Masucci).
A disposizione: Pomini, Polito; Pucino, Mendes, Rosi, Ziegler, Chibsah,Farias, Sanabria.
Allenatore: Di Francesco.

 

Cagliari (4-3-3): Avramov; Pisano, Rossettini, Astori, Murru; Dessena              (90’Cossu) Conti, Eriksson(87’Tabanelli); Ibarbo, Sau(75’Avelar), Ibraimi.
A disposizione: Silvestri, Perico, Avelar, Del Fabro, Loi.
Allenatore: Pulga.

 

Arbitro: Russo.

 

Reti: 36’Zaza, 47’ Ibraimi (RIG),
NOTE Ammoniti:
Berardi, Ariaudo, Pisano,Floro Flores, Rossettini,
Espulsi:-

 

P.Pennisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy