Serie A: Inter, Napoli, Fiorentina, Juve e Roma in 4 punti. Mai visto prima…

Cinque squadre in 4 punti, nessuna nettamente superiore alle altre. Allegri e Mancini si affidano ad aggressività e individualità, Sarri e Sousa puntano sul gioco. E Garcia? Nervi tesi, confusione e gol su palle inattive

di Redazione, @forzaroma

Mai campionato fu così in bilico a questo punto della stagione, almeno da quando per ogni vittoria vengono assegnati 3 punti, ovvero dal 1994/95. Un inedito analizzato approfonditamente da Sebastiano Vernazza su Gazzetta.it, con numeri e statistiche che in primo luogo forniscono la prima, banale, palese informazione: ci sono 5 squadre in 4 punti. Inter, Napoli, Fiorentina, Juventus e Roma sono tutte insieme e tutte corrono per lo stesso obiettivo: lo scudetto. Ma questi cinque club mostrano a chi li sa osservare due anime distinte. L’Inter e la Juventus hanno princìpi di gioco simili, basati sull’aggressività, sulla forza e sulle doti degli individui, non certo su uno schema fisso e imprescindibile. Anzi, Allegri e Mancini hanno saputo e dovuto spesso cambiare.

Dal lato opposto, invece, Fiorentina e Napoli: Sousa e Sarri non hanno in comune solo l’iniziale del cognome, ma anche una concezione di gioco molto forte, anche se non sempre le cose sono andate come avrebbero voluto i due tecnici. E la Roma? L’aria di Trigoria è polverosa, c’è confusione, definirla è difficile: la squadra di Garcia non mostra la solidità di Inter e Juve, né il bel gioco di Fiorentina e Napoli, ma va avanti coi nervi. E’ ondivaga, sfuggente. 

E cosa dicono i numeri? Anche loro confermano un’alternanza continua tra queste cinque squadre, di trovare un leader proprio non si riesce. L’Inter è la squadra con più partite senza subire gol (11), mentre la Fiorentina ha un possesso palla maggiore (62,77%) come anche un minor numero di tiri subiti (147). Il Napoli è più bravo nel passaggi (2148 riusciti, la Roma 1681), mentre la Juventus eccelle nell’efficacia dei dribbling (231) forse anche grazie alle virtuosità di un talento come Dybala o di una freccia come Cuadrado. Per trovare la Roma al primo posto bisogna guardare ai gol su palla inattiva (13) e alla percentuale di duelli aerei vinti (77,12%). Quest’ultimo dato a chi vi fa pensare? Dzeko, esatto. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy