Juventus, Allegri: “Avversari che si scansano? Mai visti in vita mia”

Il tecnico bianconero parla alla vigilia della trasferta contro il Chievo

di Redazione, @forzaroma

«È stato fatto un comunicato della società che ha parlato chiaro. Dico solo che in vita mia non ho mai trovato qualcuno che si è scansato; anzi, li ho sempre trovati davanti…». Così l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, sul ‘caso Buffon’ alla vigilia della trasferta contro il Chievo.

Sulla formazione di domani: “A parte Chiellini, Dybala e Pjaca ci sono tutti. Bonucci è convocato ma valuterò se usarlo, Marchisio anche come Pjanic. Ci sarà sicuro qualche cambio perché abbiamo bisogno di forze fresche e domani in avanti giocano tutti e due”.

Cambio modulo domani? “Devo decidere. Marchisio ha giocato una gara intensa e dobbiamo controllare il suo stato di forma perché manca ancora tanto”.

Se la Juve non vince tutti felici anche in Europa? “La Juve sta facendo un buon percorso. Siamo primi in campionato e anche in Champions abbiamo tante possibilità di arrivare primi. Abbiamo da migliorare, abbiamo cambiato tanto soprattutto chi sta avanti. Ci va tempo, l’anno scorso sembravamo non all’altezza perché ne avevamo cambiati tanti. Io conosco solo il modo di fare e di fare i punti. Alla fine verremo giudicati per quello che facciamo e non che diciamo. Alla fine le stagioni sono tutte uguali. A marzo dobbiamo essere pronti. Per noi è uno stimolo essere primi e il cercare sempre di migliorarci. Non sarà neanche semplice rivincere il campionato. Le critiche fanno bene, siamo contenti di essere criticati”.

Dopo la pausa vedremo la Juve come te la immagini? “L’assetto deve essere propositivo. Dopo la sosta tornerà Dybala, Pjaca difficilmente invece. Le cose vanno fatte con serenità. L’anno scorso di questi tempi nessuno immaginava che la Juve potesse giocare un ottavo col Bayern come l’ha giocato”.

Ha parlato con Ventura per le convocazioni? “Io sono felice di dare i giocatori alla Nazionale, vuol dire che abbiamo dei grandi giocatori”. Juve non più al pari delle grandi d’Europa? “Il mio obiettivo è arrivare a marzo per giocare un ottavo del finale. Il primo anno avevamo perso due gare nel primo girone e poi siamo arrivati in finale. Pensiamo a tutto con calma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy