Is Arenas, indagato dipendente comunale di Quartu

di finconsadmin

Spunta un nuovo indagato nell’ambito dell’inchiesta sulla realizzazione dello stadio Is Arenas, la nuova casa della squadra rossoblu’. Accanto ai nomi del patron del Cagliari, Massimo Cellino, del sindaco e dell’assessore di Quartu,

 

 

Mauro Contini e Stefano Lilliu, dei funzionari dello stesso Comune, Pierpaolo Gessa e Andrea Masala, e dell’impresario Antonio Grussu – tutti attualmente agli arresti domiciliari – e’ stato iscritto il nome di un dipendente comunale che aveva sottoscritto un contratto di convenzione a tempo con l’Amministrazione quartese.

L’ipotesi di reato al momento e’ quella di falso anche se gli inquirenti stanno valutando la posizione dell’indagato e il suo ruolo in merito al peculato contestato agli altri sei. Il dipendente comunale e’ stato sentito nelle scorse settimane dal sostituto procuratore che coordina l’inchiesta, Enrico Lusso, e dagli uomini del Corpo forestale: al centro dei colloqui le procedure effettuate durante la realizzazione dell’impianto Is Arenas. L’indagato avrebbe confessato di non aver agito di iniziativa ma solo su ordine dei suoi superiori, elencando tutte le procedure e le operazioni che ha portato a termine dopo aver ricevuto precise istruzioni. Questa confessione va ad affiancarsi a quelle dell’impresario Antonio Grussu e del funzionario del settore Lavori pubblici, Pierpaolo Gessa, considerato quest’ultimo il grande accusatore di tutta l’inchiesta.

ANSA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy