Coronavirus, in Francia parte il taglio stipendi ai calciatori: Lione, Bordeaux e Amiens in prima linea

Coronavirus, in Francia parte il taglio stipendi ai calciatori: Lione, Bordeaux e Amiens in prima linea

Le società si muovono per affrontare la dura situazione economica scaturita dalla pandemia

di Redazione, @forzaroma

In Italia il primo tabù sul taglio stipendi dei calciatori è già stato sfatato dalle parole di Spadafora e Gravina. In Francia, invece, alcuni club si sono mossi per affrontare la dura situazione economica scaturita dall’emergenza coronavirus: secondo quanto riportato da Sky Sport infatti Lione, Bordeaux e Amiens (con la probabile aggiunta del Montpellier alla lista) hanno già annunciato la disoccupazione parziale (indennizzo pagato dal datore di lavoro per evitare il licenziamento) per i loro calciatori ed i dipendenti dell’area sportiva. Sul suo sito ufficiale il Lione ha annunciato che pagherà dunque il 70% lordo degli stipendi, per arginare la dura crisi che si presenta alle porte del club.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy