Champions League, Real-Atalanta 3-1: Gasperini saluta l’Europa, Zidane ai quarti

Benzema e Sergio Ramos firmano l’allungo. Muriel accorcia le distanze, Asensio chiude la gara

di Redazione, @forzaroma

Finisce a Valdebebas il sogno Champions dell’Atalanta. Con un secco 3-1, firmato Benzema, Sergio Ramos e Asensio, Zidane supera agevolmente Gasperini guadagnando i quarti di finale. Eppure gli ospiti iniziano con le marce altissime la gara, trovando subito la via del tiro in porta con la solita proiezione offensiva di Gosens. Le Merengues gestiscono però la manovra con esperienza ma passano al 34esimo su errore clamoroso di Sportiello. Il portiere con un rinvio maldestro serve Modric, che apparecchia la tavola per il vantaggio di Benzema.

Nella ripresa Gasperini butta nella mischia Zapata, cambia Gosens con Ilicic per infortunio ed è proprio quest’ultimo ad impacchettare un altro regalo per il Real. Lo sloveno sbaglia un appoggio lanciando in contropiede Vinicius, che viene steso fallosamente in area da Toloi. Dagli undici metri Sergio Ramos non sbaglia, mettendo in ghiaccio il risultato e il passaggio ai quarti di finale. Il sussulto bergamasco arriva al c’è al minuto 83′ grazie alla punizione capolavoro di Muriel, flebili speranze che però si spengono subito sul gol del definitivo 3 a 1 di Asensio. Finisce invece 2 a 0 la sfida tra Manchester City e Borussia Monchengladbach, con gli uomini di Guardiola che liquidano la pratica in sei minuti grazie alle reti di De Bruyne e Gundogan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy