Stadio Roma, Raggi: “Alla fine ce la faremo. Arriveranno altri attacchi, ma abbiamo gli anticorpi”

Stadio Roma, Raggi: “Alla fine ce la faremo. Arriveranno altri attacchi, ma abbiamo gli anticorpi”

Il sindaco della capitale sull’iter per il nuovo impianto giallorosso: “Il procedimento prosegue senza rallentamenti, ma voglio che sia fatto tutto a regola d’arte”

di Redazione, @forzaroma

La telenovela Stadio della Roma continua ad arricchirsi di nuove puntate, tra rinvii, scandali e arresti. Nonostante i tanti intoppi Virginia Raggi continua a far trasparire fiducia e determinazione: “Lo stadio si farà e sarà una opportunità per Roma. Ci sono 800 milioni di investimenti privati e c’è un patto che verrà rispettato: prima saranno realizzate le opere per la comunità, poi toccherà allo stadio. Il primo cittadino della capitale si è raccontato in una lunga intervista ad ‘Avvenire’, parlando a 360° del suo mandato e dei problemi che affliggono Roma. Per Virginia Raggi è stata l’ennesima occasione per ribadire come il processo per il nuovo impianto giallorosso sia irreversibile: Il percorso è segnato, i tempi decisi, l’iter amministrativo va avanti senza rallentamenti. Ma voglio che tutto sia fatto a regola d’arte e ho avviato una analisi ulteriore affidata al Politecnico di Torino: non era dovuta, ma l’ho fatta per dare maggiori garanzie ai miei cittadini”.

Il sindaco di Roma conclude:La corruzione? Ha provato ad infiltrarsi ma è stata respinta. Altri attacchi arriveranno, ma oggi abbiamo sviluppato gli anticorpi e siamo pronti ad alzare il muro. Seguiremo alla lettera le procedure. Guarderemo con la lente ogni gara, ogni appalto, ogni ditta. Solo così potremmo azzerare i rischi. E alla fine ce la faremo. De Vito ci ha ingannati e questo non glielo posso perdonare. Umanamente ho provato dolore. Le foto dell’arresto mi hanno fatto male: nessuno merita la gogna mediatica. Ho pensato molto anche alla sua famiglia, ma, politicamente, De Vito ha fatto male al Movimento e il Movimento ha chiuso qualsiasi rapporto con De Vito”.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Un tifoso - 11 mesi fa

    Con l’approvazione della variante l’area di Tor di Valle acquista definitivamente la capacità edificatoria di 600.000 mc per sempre.
    E poi la costruzione dello stadio si ferma fino a quando non viene costruito il Ponte dei Congressi. Ma siamo matti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy