Stadio Roma, i legali della Raggi: “Sindaca estranea ai fatti”

Il legali: “Il passaggio in Consiglio Comunale per l’approvazione del progetto fu rimandata per consentire a chiunque interessato di proporre le proprie deduzioni”

di Redazione, @forzaroma

La Sindaca di Roma Virginia Raggi è indagata per abuso d’ufficio. Come riporta Adkronos, i legali Alessandro Mancori ed Emiliano Fasulo hanno ribadito la totale estraneità alla vicenda da parte della prima cittadina aggiungendo: “Emerge in maniera intellegibile che il passaggio in Consiglio Comunale per la definitiva approvazione del progetto, a seguito dei rilievi della Conferenza dei Servizi e l’approvazione della cosiddetta variante urbanistica votata in tale sede, fu all’epoca esclusivamente rimandata proprio per consentire a chiunque interessato (compresa l’associazione presieduta dal querelante Sanvitto) di proporre le proprie deduzioni”. Inoltre i legali aggiungono: “Si decise in sostanza di applicare una procedura ordinaria, più conservativa, a garanzia e nel rispetto della fase pubblicistica e nel rispetto di buon andamento dell’azione amministrativa, compreso il principio della partecipazione e trasparenza dell’azione amministrativa. L’arresto di Parnasi del 13 giugno 2018 nell’ambito della inchiesta ‘Rinascimento’, come noto, sospese l’iter di approvazione rendendo opportuni ulteriori approfondimenti, positivamente conclusosi e che consentiranno a breve il passaggio obbligatorio in Consiglio Comunale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy