Stadio, Castaldo: “E’ fondamentale avere prima le infrastrutture necessarie e poi l’opera”

Stadio, Castaldo: “E’ fondamentale avere prima le infrastrutture necessarie e poi l’opera”

Il Vice Presidente del Parlamento Europeo aggiunge: “Quello che conta è non creare un senso di rabbia, frustrazione nella cittadinanza”

di Redazione, @forzaroma

Fabio Massimo Castaldo, Vice Presidente del Parlamento Europeo (movimento 5 stelle) è  intervenuto nel programma Lavori in Corso in onda su Radio Radio e Radio Radio Tv. Queste le sue dichiarazioni sul nuovo stadio della Roma a Tor di Valle: “E’ un investimento importantissimo che deve essere concepito nel modo meno influente per il contesto e il tessuto urbano. Questo è stato un po’ lo sforzo fatto fin dall’inizio da parte nostra ma soprattutto io pongo sempre l’accento sulla mobilità e i trasporti“. Prima le infrastrutture e poi il resto? “Bisogna avere la garanzia che quel quadrante non venga a trovarsi sotto un peso che poi non possa reggere” – prosegue Castaldo-.  I rumors sul futuro societario della Roma possono influenzare i discorsi ? “E’ fondamentale che le infrastrutture siano realizzate per tempo e che non si vada a rischiare di avere prima l’opera e poi le infrastrutture necessarie per il corretto funzionamento”. Se non ci sono le infrastrutture anche la vostra immagine viene meno? “Aldilà della nostra immagine, che comunque dal nostro punto di vista ha una priorità, quello che conta è non creare un senso di rabbia, frustrazione nella cittadinanza che si troverebbe a gestire con difficoltà una infrastruttura su cui invece sta investendo tanto. Bisogna fare le cose bene, per tempo e penso che anche il governo abbia la stessa sensibilità”. Perché non venie dato il via libera per lo stadio? “Io sto a Bruxelles, non faccio il sindaco di Roma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy