Stadio, arrestato Marcello De Vito: ecco chi è

Questa mattina l’avvocato 45enne è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di corruzione nell’ambito dell’inchiesta sul nuovo stadio

di Redazione, @forzaroma

Dopo Luca Parnasi, ecco il secondo arresto per corruzione intorno alla vicenda “Stadio della Roma“. Questa volta il mandato è contro il grillino Marcello De Vito, presidente dell’Assemblea Capitolina. I carabinieri gli hanno notificato il provvedimento di custodia cautelare, arrestandolo all’alba. Secondo gli inquirenti, l’esponente del Movimento 5 Stelle avrebbe favorito il progetto a Tor Di Valle dell’imprenditore Luca Parnasi per la costruzione del nuovo Stadio, in cambio di favori.

CHI È MARCELLO DE VITO

Marcello De Vito è un avvocato 45enne, primo candidato M5S al Campidoglio. Parte del movimento di Beppe Grillo sin dai tempi del Sindaco Marino, lo sfidò nel 2013 ma arrivò terzo. Dopo la caduta di quest’ultimo si è ricandidato alle primarie del Movimento, ma venne sconfitto dall’attuale Sindaca Virginia Raggi. Sui social, il post fisso sul suo profilo è incentrato sui “tagli agli sprechi” delle spese dell’Aula. Facente parte dell’ala più ortodossa del Movimento, vicino a nomi come quello di Roberta Lombardi (candidata alla Presidenza della Regione Lazio lo scorso 4 marzo) il grillino non ha mai nascosto di non accettare in pieno tutte le decisioni dell’attuale Sindaca, mostrando da sempre perplessità sull’operato della giunta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy