Spal, Paloschi: “Roma forte, ma per loro non sarà una passeggiata”

Spal, Paloschi: “Roma forte, ma per loro non sarà una passeggiata”

L’attaccante del club di Ferrara: “Io da titolare? Cerco sempre di mettere in difficoltà il mister”

di Redazione, @forzaroma

Sabato con la Spal la Roma può continuare la sua risalita in campionato e prepararsi in vista della sfida in Champions contro il Cska Mosca. Davanti la squadra di Semplici: non ha trovato tanto spazio in questo inizio di stagione Alberto Paloschi, che però con il gol all’Inter si candida ad un posto da titolare. A quattro giorni dalla gara dell’Olimpico, ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb.

Quando è stato impiegato s’è dimostrato sinonimo di garanzia. Dopo il gol all’Inter si candida per una maglia da titolare?
Le decisioni le prende il mister. Io cerco di metterlo in difficoltà quando mi viene data l’opportunità. In avanti siamo tanti e competitivi. Provo a fare del mio meglio

Pronti per la Roma?
La Roma è forte, ha una squadra importante. Sappiamo che i nostri avversari sono forti, ma abbiamo in mente il nostro obiettivo. Cerchiamo di mettere in difficoltà ogni avversario. Non vogliamo partire sconfitti contro nessuno. Per le grandi incontrare la SPAL non è una passeggiata. E lo abbiamo dimostrato.

La sensazione è che quest’anno siate più competitivi.
Pensiamo sempre alla salvezza. Siamo consapevoli che l’anno più duro per una neopromossa è sempre il primo. Qui gruppo forte. Siamo migliorati. Cerchiamo di mantenere la categoria, senza perdere di vista la realtà.

Capitolo Lazzari: con la Nazionale la sua consacrazione.
Ogni partita ha sempre migliorato qualcosa. Sta facendo giocate importanti, è decisivo quando mette cross importanti. È arrivato in Nazionale, cerca sempre di migliorarsi ogni settimana. In A c’è sempre da apprendere e lui è un ragazzo con tante qualità e voglia di imparare.

Questo è un anno importante anche per lei.
Tutti gli anni sono sempre importanti. Quando si centra l’obiettivo di squadra vuol dire tutti hanno fatto bene. Quindi l’importante è centrare la salvezza.

Con quanto interesse guarda al mercato di gennaio? È stato accostato alla Fiorentina…
No. Davvero. Non ci penso, è finito il mercato di agosto e già si parla di gennaio. Non ci penso, non sta né in cielo e né in terra. Siamo nel mezzo del campionato. Penso a far bene con la SPAL, nient’altro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy