Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Serie A, i giovani giocano poco: Roma unica tra le big a scegliere la linea green

Getty Images

Il club giallorosso è tra i pochi in Italia ad incentivare la crescita dei giovani e sono tra le big, insieme alla Juventus, la squadra con meno incidenza degli stranieri sulla rosa

Redazione

In un calcio italiano che, dopo la sconfitta con la Macedonia del Nord e la conseguente esclusione al Mondiale, si è svegliato senza più punti di riferimento e con tanti dubbi sul futuro, la Roma è forse il modello di riferimento se si parla di valorizzazione dei giovani e utilizzo di calciatori nostrani. Come riportato da gazzetta.it, la Roma ha 18 giocatori provenienti dall’estero che rappresentano soltanto il 64% degli effettivi a disposizione di Mourinho, a differenza degli altri top club del campionato. Il picco massimo lo tocca il Milan, che conta 20 stranieri in rosa per un’incidenza del 74.1%. Dopo i rossoneri, ci sono la Lazio con 19 (73.1%) e la coppia Napoli-Atalanta che ha gli stessi numeri: 18 calciatori non italiani, il 72% della squadra. Tra le prime squadre del campionato, solo la Juventus ha una percentuale di stranieri in rosa minore del club giallorosso (56%). I giallorossi sono anche la squadra con la media età più bassa tra le big del campionato con (25,1). Può contare su otto calciatori under 23, ovvero Bove, Afena-Gyan, Calafiori, Zalewski, Darboe, Kumbulla, Zaniolo e Ibañez, un trend decisamente opposto ad altre big, Inter in primis. I nerazzurri sono la squadra più anziana tra le top 7 del campionato con un'età media di 30 anni, e hanno impiegato un solo calciatore under 23 per più di 5 partite, ovvero Alessandro Bastoni.