Sconcerti: "Luis Enrique è una buona idea, la Roma già adesso non è dietro a Milan e Inter"

di finconsadmin

Nei giorni che hanno preceduto l’ormai quasi ufficiale arrivo di Luis Enrique sulla panchina della Roma, nella Capitale di sponda giallorossa ha infuriato il dibattito se sia una scelta più o meno giusta cominciare l’avventura americana con quello che appare essere “un azzardo più che una scommessa“, come pure è stato scritto.

A suggerire una risposta che farà felici i tifosi romanisti provvede Mario Sconcerti sulle pagine del ‘Corriere della Sera’: “Luis Enrique mi sembra una buona idea per la Roma. E’ una scommessa, ma non più di altre che sono state tentate in questi anni. L’Inter ha Leonardo, il Milan Allegri, la Juve Conte, quasi un debuttante in serie A. Per non parlare di Guardiola al Barcellona. Luis Enrique si addice a una nuova proprietà ambiziosa, ha ottenuto risultati importanti in questi primi anni di lavoro soprattutto come qualità di gioco, sia pure in serie B. E’ stato un giocatore di tecnica e personalità. Ha insomma molti sintomi del buon allenatore“.

La Roma è una squadra ancora forte tecnicamente – argomenta poi Sconcerti – abituata come il Barcellona a non avere un centravanti di ruolo e di riferimento. Questo dovrebbe aiutare il nuovo tecnico. Non so come si muoverà sul mercato la nuova società, si parla di giovani e questo raramente è un buon segno. Meglio parlare di grandi giocatori, vecchi o giovani che siano. Se Luis Enrique riuscisse a darle ordine e corsa, la Roma già adesso avrebbe molto per vincere. Non è dietro a Milan e Inter. E’ stata solo gestita male…“.

goal.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy