Sbraita, corre e si sbraccia: è Maicon che vuole tornare

Il terzino brasiliano dà l’anima sui campi di allenamento di Pinzolo. Grasso? Nemmeno un po’. Chi lo vede in azione in questi giorni lo può testimoniare: si sta sforzando per tornare disponibile entro l’inizio del campionato

di Bruno Di Benedetto, @BrunoDibe

PINZOLO – Non sta mai zitto Maicon: sbraita come un ossesso durante la gara dei passaggi, quando il compagno è vicino e lui vuole la palla. Avverte il Capitano: “Checco! Checcoo!” quando arriva l’uomo in pressing, poi impreca se sbaglia un cross. Non sta mai fermo Maicon: è vero, non si muove moltissimo nella partitella a metà campo, ma è rapido negli scatti e si impegna al massimo per rubare la sfera a Destro. E comunque, anche quando è lontano dal gioco continua a gesticolare nei modi più disparati. Non sta mai calmo Maicon: quando non si infervora preso dalla competizione delle piccole sfide dell’allenamento, scherza, ride, prende in giro i compagni.

Mentre a Pinzolo l’acqua piovuta in quantità torrenziali si asciuga e sul rettangolo rende possibile la circolazione del pallone, Mauro Baldissoni parla a Roma TV: “L’anno scorso ci è mancato – dice riferendosi proprio al terzino brasiliano – è un giocatore importante e vederlo in campo è la speranza di una maggiore competitività. Quelli che lo vedono in allenamento in effetti cominciano a coltivare qualche aspettativa; se ciascuno dei presenti oggi allo Stadio Pineta non ricordasse benissimo che Maicon non gioca da febbraio, difficilmente sospetterebbe che quel giocatore là in campo potrebbe mancare anche nella prossima stagione.

Walter Sabatini cerca ancora un terzino destro e fa bene, visto che il problema al ginocchio dell’ex interista pare non sia di quelli che si curano facilmente. Si nasconde ancora sotto un alone di mistero l’entità precisa del suo male, forse connesso al buco nella cartilagine che l’aveva messo fuori uso nel 2011, quando ancora giocava con la maglia nerazzurra.

Non è possibile rischiare un altro anno di fragilità sulle corsie difensive, perciò ben venga un nuovo terzino destro alla Roma, magari anche un titolare. Chi comunque in questi giorni era presente a Pinzolo può testimoniarlo: Maicon non è grasso, non è fuori forma e soprattutto non ha mollato. Maicon è ancora un giocatore di calcio, e per quanto gli sarà possibile si impegnerà per essere arruolabile a partire da settembre, quando lui e la Roma cercheranno di recuperare alcune vecchie ambizioni.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy