Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Sabatini: “Roma squadra incompleta, Mourinho costretto a inventare”

Sabatini: “Roma squadra incompleta, Mourinho costretto a inventare”

Il ds: "Oggi sulla stampa si parla di Zaniolo e non della sconfitta perché è un genio della comunicazione"

Redazione

L'ex ds della Roma Walter Sabatini è tornato a parlare dei giallorossi quest'oggi, a poche ore dalla sconfitta con il Bologna. Queste le sue dichiarazioni a Radio Sportiva:

Sulla Roma. "Mi aspetto sempre da Mourinho qualche uscita delle sue, è un artista della comunicazione è lui che ha inventato quella moderna, le prime pagine oggi parlano delle sue frasi su Zaniolo e non del fatto che ha perso col Bologna. Poi quello non è sufficiente, Mourinho oggi ha una squadra incompleta, è costretto a provare Mkhitaryan e Perez interni, inventa cose che solo un allenatore importante si può permettere, ha valorizzato Pellegrini, il bilancio se non è esaltante sicuramente si può considerare soddisfacente, ha 3 anni di contratto gli va dato tempo".

Sul campionato. "Stiamo vivendo un campionato competitivo a tutti i livelli, emozionante, tutte le domeniche ci sono stravolgimenti ed è uno stimolo per tutti. Le prime si giocano lo scudetto poi c'è la lotta per il quarto posto anche se la frattura diventa importante, sarà una battaglia con l'Atalanta che può anche pensare allo scudetto".

Quando pensa di rientrare? "Io sono pronto a tornare, non è pronto il calcio (ride, ndr). Vedo partite, mi diverto continuo a seguire il Bologna e a messaggiare con i calciatori e il mister: spesso mi è capitato di non finire campionati mantenendo con le squadre un rapporto vivo. Adoro il Bologna, credo che quello che sta facendo possa durare, è uno spogliatoio serio e importante. Cosa è scattato? Credo che l'allenatore stia dando un contributo fondamentale, dopo aver lottato per la vita ora è un uomo diverso ancora più convinto e con maggiore elasticità nel gestire le situazioni, sta tirando fuori il massimo da un gruppo che merita. L'Europa? Mi pare troppo, ma la classifica degli ultimi anni va migliorata ogni anno, l'obiettivo attuale è di stare dalla parte sinistra e magari qualcosa in più".

Sulla Conference. "È stata una forzatura, se arrivi settimo non meriti l'Europa, che competizione è? Le coppe sono belle per quello che hanno rappresentato nella storia, l'Europa League ci può stare però basta così. A un tifoso della Roma che gli frega di vincere la Conference?".