Sabatini ricorda il passaggio di Astori alla Roma: “De Rossi mi disse ‘Devi prenderlo'”

L’ex ds giallorosso: “Daniele venne da me e mi disse che, oltre ad essere un giocatore forte, Davide era un grande compagno di squadra”

di Redazione, @forzaroma

Un anno fa il mondo del calcio salutava Davide Astori, il capitano della Fiorentina scomparso tragicamente nella notte del 4 marzo 2018. Oggi, 365 giorni dopo la sua morte, Sky Sport gli sta dedicando uno speciale in cui ex compagni di squadra, allenatori e dirigenti raccontano Davide attraverso degli aneddoti. Tra i tanti c’è anche Walter Sabatini, ex direttore sportivo della Roma che portò Astori a Trigoria nella stagione 2014/2015: “Era molto forte, faceva uscire bene la palla col sinistro e giocava bene in anticipo. Quando uscirono le prime notizie, De Rossi venne nel mio ufficio. Mi chiese: “State davvero prendendo Astori?”. Gli risposi che ci stavamo provando, lui mi disse “Dobbiamo prenderlo per forza, perché oltre ad essere un giocatore forte è un grande compagno di squadra”. Segnò un gol a Udine che cambiò tutto perché ha dato il via alla goal-line technology. Alla Fiorentina gli hanno dato subito la fascia perché lui, psicologicamente, era un capitano“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy