Roma-Spal 0-2, l’ira del web giallorosso: “Fenomeni in Nazionale, in campionato dormite”

Roma-Spal 0-2, l’ira del web giallorosso: “Fenomeni in Nazionale, in campionato dormite”

Tifosi scatenati per il due a zero della squadra ospite. Colpa dei giocatori e dell’allenatore che non riesce a trasmettere le idee ai suoi

di Redazione, @forzaroma

“Tutti fenomeni in Nazionale, poi però in campionato fanno il riposino”. I tifosi giallorossi inferociti per la prestazione della Roma contro la Spal, un 2 a 0 che riapre parzialmente la crisi della squadra di Eusebio Di Francesco dopo quattro vittorie consecutive. “Anche oggi stiamo rasentando l’inverosimile”, scrive un tifoso su Twitter, social tempestato da giallorossi arrabbiati e umiliati da un risultato che vede protagonista la squadra di Semplici. “Niente di nuovo,i soliti scarsi senz

a carattere”. Perché i romanisti accusano i loro giocatori di scarso impegno, rei di aver sottovalutato la partita.

DI FRANCESCO – Colpa dei giocatori, ma anche dell’allenatore. “Due anni e nessuna idea di gioco. Oggi umiliati dalla Spal! Adesso basta, per una volta mostra di avere gli attributi e vattene!”, il commento che va per la maggiore sui social network. “La squadra non riesce a fare una verticalizzazione. Tanto possesso palla, ma davvero poche idee”. “È ridico quello a cui stiamo assistendo”. I tifosi scoraggiati da una prestazione all’Olimpico “imbarazzante e scoraggiante. Il futuro è ancora più incerto”.

MERCATO – Dai giocatori, all’allenatore, fino al mercato. Ce ne è per tutti questo pomeriggio. Monchi è uno dei più criticati dalla tifoseria per un mercato che ancora non convince. A cominciare da Cristante, pagato fiori di quattrini (è l’acquisto italiano più costoso della storia della Roma) e uscito dal campo accompagnato dai fischi di tutto l’Olimpico. “L’acquisto di Cristante – peraltro pagato come fosse un crack mondiale – è processo presso il Tribunale Penale Internazionale”. L’ironia social del popolo giallorosso su una campagna acquisti che non aiuta l’allenatore, costretto a schierare il 4-2-3-1 invece del suo 4-3-3: “Adesso è il momento di schierare Venom”, scrive una tifosa ricordando l’accordo del club con la Warner Bros.

OLTRE AL DANNO LO SFOTTÒ – Tra i pali della squadra di Semplici c’era il debuttante Vanja Milinkovic-Savic, fratello di Sergej, centrocampista della Lazio. E all’esordio stagionale con la maglia spallina, il giocatore in prestito dal Torino, riesce a tenere la porta inviolata proprio contro la Roma in una sorta di derby di famiglia. Nonostante l’espulsione ingenua nel finale di gara del fratello, anche Sergej ha potuto esultare sui social non facendosi sfuggire l’occasione per uno sfottò. Il 21 della Lazio, infatti, ha pubblicato su Instagram uno scatto con il fratello Vanja con i pollici alzati, accompagnando con applausi e i colori biancocelesti. Un modo per congratularsi con la prestazione di Vanja, ma senza dubbio anche per infilare il coltello nella piaga delle ferite romaniste.

milinkovic instagram

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Miao... - 1 anno fa

    Fenomeni in nazionale?? Chi, e da quando??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gigisan1 - 1 anno fa

    Gran parte degli allenatori che sono passati per Roma si sono sempre lamentati del fatto che secondo loro la pressione sulla squadra è esagerata. Mi domando ha senso tutto ciò? oggi la squadra ha person in casa con la spal non con la Juventus o con altri grandi squadre. Ma di che parliamo….. Purtroppo e non sarà giusto un eventuale cambio di allenatorepurtroppo però, in generale, il campionato della Roma è finito prima di iniziare e non per la pressione dei tifosi ma perchè, guardiamo la realtà, la squadra non vince e soprattutto non convince. L’allenatore continua a dire sempre le stesse cose ma si può…..Alla fine del primo tempo perchè non ha cambiato la squadra visto che perdeva?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy