Roma, Andreazzoli mischia le carte. Per Bergamo spunta l’idea Nico Lopez

di finconsadmin

(di Alessio Nardo) Giorni di calma apparente, in attesa del duro esame di Bergamo. La Roma si gode un piccolo periodo di serenit? dopo il rinfrancante successo con la Juventus e prepara la complicatissima trasferta di domenica all’Atleti Azzurri d’Italia. Mentre i tifosi attendono novit? sullo sceicco di origine giordana che potrebbe affiancare James Pallotta nella gestione del club, Aurelio Andreazzoli studia il possibile schieramento da opporre ai nerazzurri di Colantuono.

 

Non ci saranno gli squalificati De Rossi e Totti. Previste, dunque, alcune modifiche nell’undici titolare. La difesa non dovrebbe subire ritocchi, con Burdisso perno centrale affiancato da Piris e Marquinhos. Tutti e tre a protezione del confermato Stekelenburg. Dubbi sulle corsie esterne: se a destra Torosidis partir? quasi certamente dal 1′, a sinistra ? sfida a due tra Marquinho e l’ormai recuperato Balzaretti. A centrocampo, l’uomo chiave ? Pjanic. Se il bosniaco dovesse “sostituire” Totti in posizione avanzata, a supporto di Lamela ed Osvaldo, in mezzo si creerebbe un ballottaggio a tre per due maglie tra Bradley, Florenzi e Tachtsidis. Nell’allenamento odierno, Andreazzoli ha per? sfoderato una carta a sorpresa: Nico Lopez schierato nel tridente con gli altri due attaccanti disponibili. Ci? comporterebbe la conferma di Pjanic al centro del campo. Attese nuove indicazioni nei prossimi giorni. Da qui a sabato, i giallorossi effettueranno una sola seduta giornaliera al mattino.

 

Se a Roma le acque si sono un po’ calmate, in casa Atalanta governa la tensione. Gli orobici non vivono un periodo esaltante: una sola vittoria (a Palermo) nelle ultime nove partite di campionato, ultimo successo in casa l’8 dicembre contro il Parma. 27 i punti in classifica, solo sei di vantaggio sul terzultimo posto occupato dal duo Siena-Pescara. Il presidente Antonio Percassi non ha affatto gradito il ko di Torino, e ai microfoni dell’Eco di Bergamo ha strigliato duramente il gruppo: “Mai pi? una partita cos?, una sconfitta come quella contro i granata. Spero non ci siano pi? scivoloni da qui fino alla fine della stagione. Nessuno si deve sentire salvo perch? il campionato di quest?anno ? difficilissimo. Le prossime gare sono di assoluta importanza e saranno determinanti per il raggiungimento del nostro obiettivo: io firmerei volentieri per avere 5 punti nelle prossime tre partite“.

 

Questa mattina ultima seduta d’allenamento settimanale a porte aperte. Capitan Bellini ha lavorato a parte e non dovrebbe recuperare per la sfida con la Roma: al suo posto probabile impiego dell’ex laziale Scaloni. In difesa, a sinistra, Brivio sostituir? lo squalificato Del Grosso. In vista di domenica, non ? ancora tramontato il rischio neve.

 

L’ALLENATORE DEL DOMANI – La Roma continua a vivere due realt? parallele. Da una parte c’? il presente targato Aurelio Andreazzoli, il cui lavoro viene esaltato anche dal presidente dell’Associazione Italiana Calciatori ed ex pilastro giallorosso Damiano Tommasi: ?Aurelio nel bene e nel male conosce tutto di Trigoria – le sue parole a Sky Sport – conosce i periodi positivi e negativi. L?altro vantaggio ? che i giocatori lo conoscono, hanno fiducia in lui e si sono messi a disposizione. Le qualit? ci sono e la stagione pu? essere conclusa bene. La fiducia acquisita dalla vittoria contro la Juventus deve trovare applicazione nelle prossime partite. Aurelio spinger? per sorprendere ancora e cercher? di sfruttare la vittoria contro la Juve come spirito necessario per fare bene?.

 

In proiezione futura, ? ancora incerto quale strada intenda prendere la dirigenza. Ad oggi ? lontana l’ipotesi di una conferma dell’ex assistente tecnico di Spalletti e Montella. I nomi in prima linea sono sempre gli stessi: Allegri, Ancelotti, Mancini e Mazzarri. L’avvocato Dario Canovi, veterano dei procuratori, vota per il mister del Napoli ed esclude le altre ipotesi: ?Non credo Allegri venga a Roma – ha detto a Centro Suono Sport – Galliani conosce il calcio italiano e mi sembra difficile si lasci sfuggire tanto facilmente uno bravo come lui. Ancelotti non ha ancora un contratto col Psg per la prossima stagione. Mi sembra difficile venga a Roma l?anno prossimo. Mazzarri? Walter ha sempre avuto una grande voglia di venire a Roma. Prima di essere preso dal Napoli fu vicino ad arrivare, Rosella Sensi era in dubbio tra lui e Ranieri e poi per la sua romanit? opt? per Ranieri”.

 

E ancora: “Mazzarri oggi ? uno degli allenatori pi? bravi al mondo, ha fatto dei veri e propri miracoli non sono a Napoli ma anche con la Reggina. E’ una persona gradevole fuori dal campo, i giocatori lo adorano perch? ? onesto e parla chiaramente ai calciatori. Non li illude, non racconta loro favole. I giocatori percepiscono la sua schiettezza e lo rispettano molto. Mozart mi diceva che era il miglior allenatore che aveva mai avuto. Mi raccontava quanto pretendeva dai giocatori. Mazzarri pu? incontrare le difficolt? sostenute da Zeman in un ambiente come lo spogliatoio della Roma, ma forse lui ? pi? elastico del boemo nell?affrontare i problemi con i giocatori. Sicuramente ? un allenatore che richiede grande lavoro e assoluta dedizione alle sue idee. E? uno che prepara le partite in campionato in modo maniacale e intelligente?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy