Roma, 2021 da dimenticare: la difesa fa acqua, l’attacco non segna. Ecco i numeri horror

I giallorossi hanno fatto sette punti in meno rispetto alla Lazio, hanno il sesto attacco e la dodicesima difesa

di Redazione, @forzaroma

Al netto delle dichiarazioni di facciata, il pareggio di oggi per la Roma è stato praticamente la pietra tombale sull’obiettivo quarto posto, l’unico dichiarato ad alta voce da inizio stagione. Il Napoli è scappato a +5, l’Atalanta gioca a un livello superiore e il Milan, seppur in difficoltà, resta lontano nove punti (con gli scontri diretti a favore). L’andamento della squadra di Fonseca nel 2021 è stato decisamente sotto la media. I giallorossi viaggiano a 1,6 punti a partita da gennaio a oggi. I gol fatti sono solo 22 (sesto attacco), mentre quelli incassati sono 21. Ben dodici squadre sono riuscite a incassarne meno.

Come nel primo anno di Fonseca, nella seconda parte di stagione la Roma si è sciolta. L’Atalanta, che nel 2021 è andata anche meglio dell’Inter, ha fatto dodici punti in più. Napoli e Lazio, due dirette concorrenti per il quarto posto, hanno fatto sette punti in più. Il Milan, in netto calo, ha comunque portato a casa due punti in più. Gli infortuni e gli errori individuali sono sicuramente due dei motivi principali del calo romanista, ma ci sono altre componenti che non si possono trascurare. Ad esempio, le difficoltà degli attaccanti. La coppia Dzeko-Mayoral ha realizzato 11 reti, gli stessi di Zapata, per citarne uno. Meno dei soli Joao Pedro, Vlahovic o Simy.

La stagione della Roma gira inevitabilmente intorno all’Europa League. Il cammino dei giallorossi in coppa sembra appartenere a una stagione parallela. Quando gioca di giovedì, la Roma alza il livello e sembra una squadra diversa. La speranza dei tifosi è che la magia non sia finita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy