Il Real domina al Bernabeu: Isco, Bale e Mariano affossano la Roma – FOTO

Il Real domina al Bernabeu: Isco, Bale e Mariano affossano la Roma – FOTO

Giallorossi poco convinti e ancora non brillanti, trovano un grande Olsen e sorridono per il buon esordio di Zaniolo. Qualificazione non compromessa, ma serve la svolta

di Valerio Salviani, @vale_salviani

MADRID – Alla fine va come ci si aspettava. Nessuna sorpresa, la Roma perde, ma dà qualche segnale di vita nonostante il risultato netto. Isco, Bale e Mariano siglano il 3-0, che poteva essere più ampio se non fosse stato per il miglior Olsen stagionale, man of the match per i giallorossi. La squadra non è ancora brillante, ma tutto sommato in crescita rispetto alle ultime uscite.

ISCO NON PERDONA – Di Francesco non snatura la squadra e punta sul suo 4-3-3, scegliendo Nzonzi e Zaniolo ad agire da mezzali atipiche. La prima occasione ce l’hanno i padroni di casa con Bale, che buca la difesa e con il sinistro manca il palo di un niente. Dopo pochi minuti altro tu per tu con Olsen, ma stavolta è il portiere giallorosso a fermare Isco con la mano di richiamo. Il tema della partita è chiaro, il Real attacca e la Roma trema ogni volta che la palla arriva vicino alla porta. I giallorossi si fanno vedere timidamente con Under che prova a sorprendere da lontano Navas, senza riuscirci. Bel contropiede dei giallorossi al 33’, con il turco che recupera palla a Ramos, ma El Shaarawy nell’1’ vs 1 si fa murare dallo stesso Ramos, rientrato alla grande. Il Real ancora pericoloso con Isco, ma Olsen c’è e non si fa sorprendere. La Roma riesce a creare ma spreca sempre al momento dell’ultimo passaggio, segno che qualcosa nella testa ancora non va. La svolta (negativa) del match arriva con un’ingenuità di De Rossi, che strattona Isco al 44’ e concede una punizione dal limite che lo spagnolo non spreca. Pennellata alla destra di Olsen, portiere immobile e 1-0 per i Blancos. Bene Zaniolo, ma squadra poco decisa e poco incisiva.

TROPPO REAL – Nel secondo tempo la Roma parte forte e ha subito la sua migliore occasione della partita con Under, che dopo una bella azione di squadra si libera al tiro, ma Navas riesce a deviare in angolo. Al 50’ però è il Real ad andare vicino al raddoppio con Bale, che davanti a Olsen prende in pieno la traversa dopo una deviazione provvidenziale di Fazio. Primo cambio per Di Francesco al 55’, che toglie il baby Zaniolo e manda in campo Pellegrini. Al 57’ la Roma sfiora prima il pareggio con una palla insidiosa che mette Navas in difficoltà, poi subisce il raddoppio di Bale, che vola in contropiede e incrocia con il sinistro un tiro imprendibile per Olsen. Al 62’ Di Francesco prova a cambiare l’inerzia del match mettendo Perotti (esordio stagionale) al posto di uno spento El Shaarawy. Nel Real entra il grande assente Asensio al posto di Bale. La Roma si scuote con Kolarov, che da fuori costringe Navas a una parata difficile. Come ultimo cambio Di Francesco si gioca la carta Schick, che entra al posto di Nzonzi ed ha subito l’occasione per accorciare le distanze, ma da solo al limite spreca tirando alto col sinistro. Giocata clamorosa di Asensio al 78’, che con una Veronica si libera in aerea, ma ancora una volta Olsen – il migliore in campo -chiude la porta, stavolta con il piede per una parata stile calcetto. Male ancora Schick all’87’, quando da buona posizione in area non controlla e si fa togliere il pallone. Un minuto dopo occasione per Dzeko, ma Navas vola e la toglie dall’angolo. Il nuovo numero 7, Mariano, chiude il match nel recupero con un gran gol a giro. Finisce 3-0 e visto l’andamento della partita sembra il risultato più giusto.
Ora la testa deve andare subito al Bologna. Non c’è più spazio per nuovi passi falsi. La Roma c’è, ma servono certezze.

Cronaca a cura di: Francesco Iucca

TABELLINO

Real Madrid-Roma 3-0
Marcatori:
44′ Isco, 59′ Bale, 91′ Mariano

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Sergio Ramos, Varane, Marcelo; Modric (85′ Ceballos), Casemiro, Kroos; Bale (73′ Mariano), Benzema (62′ Asensio), Isco
A disp.: Courtois, Nacho, Llorente , Lucas Vazquez
All.: Lopetegui

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi (69′ Schick), De Rossi, Zaniolo (54′ Lo. Pellegrini); Under, Dzeko, El Shaarawy (62′ Perotti).
A disp.: Mirante, Marcano, Santon, Cristante
All.: Di Francesco

Arbitro: Kuipers
Assistenti: van Roekel – Zeinstra
Quarto Uomo: van Zuilen
Addizionali: Highler – van Boekel

Note: Ammoniti 23′ Ramos, 44′ De Rossi, 76′ Dzeko Spettatori: 69251

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. It - 1 anno fa

    Poco-molto poco è preoccupante
    Nessuna convinzione e determinazione
    Under Olsen De Rossi e niente più
    In ritardo fisicamente ed allenatore assente niente gioco e tentativo del colpo ad effetto tipo Zaniolo con il rischio di bruciare il ragazzo
    Nessuna capacità di di Francesco di mettere in campo i calciatori
    Cambiamolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. noel - 1 anno fa

    Dopo il primo tempo: Nzonzi, Fazio e Kolarov sono gia senza benzina – sembrano ex-calciatori.

    Il risultato di 1 a 0 va stretto al Real – Olsen e` in serata di grazia ed e` grazie a lui che la Roma e` sotto di un solo gol.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy