R.Sensi: “A Roma se non vinci tutto diventa più difficile. Chi fa grandi investimenti con il calcio non ci guadagna”

di Redazione, @forzaroma

”Non so se ci sia qualcuno che vuole destabilizzare la Roma. Certo e’ che quando i risultati non arrivano tutto si fa più difficile: Roma e’ una citta’ passionale, i tifosi vivono per la squadra e, cosi’ come esaltano i giocatori per la vittoria, sono molto delusi quando non arrivano i risultati”.

 

Lo ha affermato l’ex presidente della Roma Rosella Sensi, intervenuta a Radio2 Rai in ”Chiambretti ore 10”. E’ difficile giudicare dall’esterno se ci sia qualcosa che non funziona nella societa’ – dice la Sensi – perche’ quando ero io alla presidenza venivo giudicata molto e tante volte anche a sproposito. Bisogna capire quali siano le problematiche interne”.

Rosella Sensi dice che queste domande le dovevano essere fatte un anno fa perché oggi lei e’ solo ”una tifosa, che guarda, ascolta e spera sempre che la Roma possa vincere”.

 

La Roma manca nella sua vita? ”Da tifosa no perche’ la seguo appassionatamente ogni giorno – risponde la Sensi – come persona coinvolta a livello professionale assolutamente si’, era un impegno di 24 ore su 24 ma da tifosa non manchera’ mai nella mia famiglia e nella mia vita”.

 

Poi Rosella Sensi da’ i voti ai suoi ex colleghi presidenti. Della Valle? ‘‘Un signore garbato”. De Laurentiis? ”Molto simpatico. Con Aurelio ho sempre avuto un rapporto di simpatia e stima reciproca”.

 

Moratti? ”Un gran signore. Ci accomunava, anche se non dovrei dirlo, la possibilita’ di fumare qualche sigaretta rispetto a tanti che non sopportavano il fumo’‘. Lotito? ”Con lui scherzo sempre. Ci siamo sempre un po’ presi in giro, ”appiccicati”, come si dice a Roma, ma con il dovuto rispetto”. Galliani? ”E’ stato molto affettuoso con me quando ho iniziato la mia esperienza in Lega. Lo Monaco del Catania mi ha accompagnato nelle mie prime esperienze”. Agnelli? ‘‘Giovane e simpatico, ma, dopo la partita con la Juve, non mi sembra proprio di chiudere in bellezza”.

 

Si puo’ guadagnare nel calcio? – la incalza Chiambretti. ”Il calcio porta guadagni a chi lo fa, evidentemente – afferma Rosella Sensi – chi fa dei grandi investimenti, pero’, non ci guadagna”. L’ex presidente della Roma si augura che Totti continui a giocare ancora per molto tempo. ”Perche’ dovrebbe smettere se continua a giocare in questo modo?”. E sulla Lazio dice: ”Stanno giocando bene. Pero’ la Roma e’ superiore”. (ANSA)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy