Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Pinto: “Vogliamo la finale, per il nostro progetto sarebbe spettacolare”

Le parole del gm

Redazione

Tiago Pinto ha parlato della partita che vedrà impegnata la Roma contro il Leicester nel primo atto delle semifinali di Conference League prima del calcio d'inizio. Queste le sue parole:

TIAGO PINTO A SKY

Si sente la responsabilità di rappresentare l'Italia? "È un orgoglio e una responsabilità essere l'unica squadra in Europa. Siamo qui per vincere e arrivare in finale, sarebbe spettacolare per il nostro progetto, i nostri tifosi e per il calcio italiano".

Nel mercato avete dimostrato di guardare molto alla Premier... "Negli ultimi anni anche i calciatori inglesi vanno via più spesso dalla Premier. Tanti club hanno buoni vivai ma poi non trovano spazio, lo hanno fatto Abraham, Sancho e Tomori. In Premier il ritmo è incredibile, siamo sempre stati fortunati con i giocatori arrivati dall'Inghilterra con Smalling, Mkhitaryan, Abraham e Maitland-Niles".

Ha scaramanzie? "Ne ho molte (ride, ndc). Sono sempre molto teso anche se non gioco, oggi però ho fiducia".

Cosa ha portato Mourinho? "Come leader ogni giorno ci porta questa mentalità che solo lui ha. Ha vinto tanti titoli, ogni giorno cerca di essere migliore in tutto ciò che fa. Questa mentalità sta percorrendo tutta la Roma e sta aiutando la squadra ma tutti i dipartimenti. C'è una squadra che non molla mai, e lo abbiamo visto a Napoli".

PINTO A DAZN

Che sensazioni ha per questa partita? "È chiaro che è una partita molto importante. Sapevamo che la Conference League era un obiettivo da raggiungere, è la nostra competizione. È una partita che si deve giocare con la testa, l'emozione la lasciamo ai tifosi".

Come ha visto Mourinho in queste ore? Ha caricato la squadra? "Nel calcio siamo abituati a dire che ci sono giocatori e allenatori che sanno preparare finale e semifinali meglio degli altri. Questo è Mourinho, è preparato per questo tipo di confronti. Prepara la partita nei dettagli, ha motivato tutti... Nelle sue mani stiamo bene".