Pinna (pres. Unitalsi): “Con i fondi stanziati per lo stadio della Roma bisogna aprire un centro di carità”

Il presidente di U.N.I.T.A.L.S.I. parla del nuovo stadio della Roma: “Chiediamo che sia una struttura aperta ai disabili e a tutte quelle categorie sociali in difficoltà e svantaggiate”

di finconsadmin

Alessandro Pinna, presidente dell’U.N.I.T.A.L.S.I. di Roma (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali), ha parlato del nuovo stadio della Roma che nascerà tra circa due anni.

 

Queste le sue parole:

 

“Sullo stadio della Roma si è detto e si è scritto molto. Da tempo chiediamo che sia una struttura aperta ai disabili e a tutte quelle categorie sociali in difficoltà e svantaggiate. La ricaduta sul territorio cittadino sia anche in termini di inclusione sociale e solidarietà. Grazie ai fondi stanziati per lo stadio si dia un piccolo segnale per far nascere un centro di carità e di assistenza per chi vive in stato di disagio, soprattutto per le famiglie“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy