Lunedì arriva Luìs Enrique. Rabbia De Rossi: “Sono estraneo alla vicenda scommesse”

di finconsadmin

(di Marco Reda) – Nel giorno del sessantaduesimo compleanno di Thomas DiBenedetto, a breve ufficialmente il nuovo presidente dell’ A.S. Roma, a destare stupore ed indignazione nei confronti del “sistema calcio” italiano è lo scandalo scommesse.

Scoppiato a sorpresa due giorni fa, l’ evento che rischia di stravolgere le massime categorie professionistiche nazionali ha portato finora all’ arresto di sedici persone, tra cui l’ ex attaccante della Lazio Giuseppe Signori. Indagati, tra i vari nomi, anche Cristiano Doni (capitano dell’ Atalanta) e Stefano Bettarini (ex calciatore ed attuale commentatore calcistico televisivo) ma spuntano anche i nomi di Giampaolo Pazzini, attaccante dell’ Inter, Claudio Lotito, presidente della Lazio, e Diego Della Valle, patron della Fiorentina.

 

CAPRO ESPIATORIO DE ROSSI – Al peggio non c’è mai fine. In mattinata, riguardo l’ accaduto, è stato fatto anche il nome di Daniele De Rossi. “Capitan Futuro”, infatti, sarebbe stato oggetto di una telefonata tra il portiere della Cremonese Marco Paoloni, già arrestato, ed un suo interlocutore, in cui il calciatore assicurava di avere un “gancio sicuro” sulla scommessa del segno “over” sulla partita Genoa-Roma del 20 Febbraio scorso, terminata clamorosamente 4-3 per i rossoblu dopo lo 0-3 iniziale pro Roma. Il centrocampista giallorosso ha, in giornata, categoricamente smentito ogni coinvolgimento nella vicenda, dichiarandosi indignato per essere stato coinvolto in questo modo. In difesa del centrocampista di Ostia sono intervenuti in tanti, dal sindaco Alemanno all’ onorevole Gasparri, passando per il padre, Alberto, e ovviamente per i numerosissimi tifosi romanisti che, via forum, hanno voluto stringersi intorno al proprio beniamino, per il quale c’è grande fiducia. Con un comunicato ufficiale, infine, la società A.S. Roma ha annunciato che prenderà le difese del proprio calciatore nelle opportune sedi.


LAMELA-ALVAREZ SI, DE ROSSI RESTA? – Anche nel capitolo calciomercato c’è una pagina chiamata “Daniele De Rossi”. Nonostante le voci che lo vorrebbero all’ Inter in cambio di Thiago Motta, Viviano ed un conguaglio extra, il mediano della Roma e della Nazionale italiana sembra essere orientato verso la conferma nella Capitale, soffocando le sirene di Real Madrid e Manchester City. Anzi, pare che sia già pronto un contratto che lo legherebbe alla sua città (e squadra) natale fino al 2016 (quello attuale scadrà il prossimo anno). E per uno che resta potrebbero arrivarne due: si tratta di Ricardo Alvarez, esterno offensivo del Velez Sarsfield (su cui si è inserito prepotentemente il Manchester United) ed Erik Lamela, trequartista del River Plate. I due “talentini” sudamericani hanno buone possibilità di trasferirsi nella Capitale, sponda giallorossa, per la stagione 2010/2011 (che per la Roma inizierà nei primi di Luglio a Brunico). E’ quasi fatta per il primo (otto-dieci milioni al club argentino), non ancora per il secondo (il River chiede quattordici milioni, un po’ troppo…) per il quale ci sarà da attendere qualche giorno in più. C’è comunque ottimismo sull’ esito finale delle trattative. In entrata, gli altri nomi che circolano sono quelli di Andrea Masiello (difensore, Bari), Ruffier (portiere, Monaco), Mirante (portiere, Parma), Viviano (portiere, Bologna), Hernandez (attaccante, Palermo), Isla (difensore, Udinese), Stracqualursi (attaccante, Tigre), Galeano (difensore, Independiente) e, un po’ a sorpresa, Criscito (difensore, Genoa). In uscita, da registrare l’ interessamento del Corinthians per Fabio Simplicio, orientato in ogni caso ad onorare il contratto con la Roma.

Capitolo allenatore: tramontata l’ ipotesi Ancelotti, vicino all’ Aston Villa, è ormai questione di giorni l’ ufficializzazione dell’ ingaggio di Luìs Enrique, ex tecnico del Barcellona “B.” L’ ex centrocampista blaugrana, che vorrebbe nel proprio staff il suo fidato Diego De La Pena, sarà annunciato nella giornata di Lunedì e guiderà la Roma per le prossime tre stagioni con uno stipendio iniziale di 1,6 milioni di Euro. E mentre “Top Gun” Vincenzo Montella potrebbe accasarsi al Catania, si parla anche di Carlos Dunga, ex commissario tecnico del Brasile, come possibile candidato alla panchina giallorossa ma ormai sembra davvero troppo tardi per valutare altre possibilità.


LARGO AI GIOVANI – E’ finalmente giunto il momento della verità per la Primavera romanista: domani, in quel di Lucca, le giovani speranze guidate da Alberto De Rossi affronteranno il Milan dell’ ex Foggia e Milan Giovanni Stroppa nel match valido per l’ accesso alle semifinali del campionato di categoria. Mirko Pigliacelli, portiere della Roma e della Nazionale Under 18, ha dichiarato di essere pronto per la delicatissima sfida e di non temere i rossoneri, confessando di fare un pensierino al prossimo ritiro estivo della Prima Squadra…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy