Lobont, il talismano giallorosso: con lui in campo solo 4 sconfitte in 23 gare

di finconsadmin

(di Alessio Nardo) In questa Roma in costante rinnovamento, i volti noti del passato si contano sulla punta delle dita. Uno dei pochi (assieme a Totti, De Rossi, Taddei, Perrotta e Burdisso) ? quello di Bogdan Lobont, portiere trentacinquenne dal passato illustre e dal presente tutto da decifrare. Fu l’ultimo acquisto dell’era Spalletti, in compagnia del carneade Zamblera, ed ? sopravvissuto a due rivoluzioni. Sempre l?, tra tribuna e panchina, a recitare un ruolo nascosto ma prezioso. Uomo spogliatoio, personaggio esperto e di garanzia. Disponibile a fare la sua minima parte con grande umilt?.

 

Anche ieri, contro il Siena, si ? fatto trovar pronto. Novanta minuti di sostanziale tranquillit?, porta imbattuta e due ottime parate sui tentativi insidiosi di Emeghara. Gara da veterano, da guardiano scaltro e consumato. Eppure, l’ex viola non scendeva in campo con la maglia della Roma da quasi un anno. L’ultima volta il 13 maggio scorso, a Cesena, malinconico sipario della gestione Luis Enrique. Da allora, tanto anonimato ed un atteggiamento irreprensibile. Con Stekelenburg il confronto ? antico. Sin dai tempi dell’Ajax i due si fronteggiano, a caccia del posto da titolare. Quel che resta difficile da capire, ? come Zeman abbia potuto metter davanti ad entrambi il disastroso Goicoechea.

 

Storie vecchie, ormai andate. Lobont da terzo ? tornato secondo, con logiche e legittime speranze di poter metter in difficolt? Andreazzoli nella scelta del titolare per le ultime cinque gare dell’anno. Di certo, il romeno ? un portafortuna. In quattro anni ha disputato ventitre partite ufficiali, perdendone solo quattro (il 17%). Il suo esordio non fu straordinario. 4 ottobre 2009, subentrato in corso d’opera a Julio Sergio all’Olimpico contro il Napoli. Sub? un gol goffo ed evitabile da Lavezzi, ma la Roma vinse con Totti (doppietta) e da allora, Lobont ha sbagliato poco o nulla. Le uniche pagine negative restano il flop in Supercoppa Italiana nel 2010 (sconfitta con l’Inter) e i ko con Napoli e Basilea, oltre al derby di ritorno dello scorso anno (perso 2-1). Per il resto, tredici vittorie e sei pareggi.

 

Per sabato sera c’? aria di deja vu. Ricordate il Fiorentina-Roma dell’aprile 2006? Magnifica esibizione dei ragazzi di Spalletti, a caccia del quarto posto, fermati sull’1-1 proprio dalle straordinarie parate di Lobont (allora vice di Frey a Firenze). A distanza di sette anni, la storia pu? ripetersi ma a “maglie” invertite. Esattamente come allora, i viola sono quarti e la Roma ? subito dietro. Il prolungarsi dell’assenza di Stekelenburg ? nelle possibilit?. Bogdan pu? confermarsi prezioso talismano giallorosso.

 

Presenze di Lobont con la Roma

 

Stagione 2009-2010
04/10/2009: Roma-Napoli 2-1
16/12/2009: CSKA Sofia-Roma 0-3 E.L.
09/01/2010: Roma-Chievo 1-0

 

Stagione 2010-2011
21/08/2010: Inter-Roma 3-1 S.I.
25/09/2010: Roma-Inter 1-0
28/09/2010: Roma-Cluj 2-1 C.L.
03/10/2010: Napoli-Roma 2-0
16/10/2010: Roma-Genoa 2-1
19/10/2010: Roma-Basilea 1-3 C.L.
24/10/2010: Parma-Roma 0-0
08/12/2010: Cluj-Roma 1-1 C.L.
12/12/2010: Roma-Bari 1-0
22/05/2011: Roma-Sampdoria 3-1

 

Stagione 2011-2012
17/09/2011: Inter-Roma 0-0
22/09/2011: Roma-Siena 1-1
25/09/2011: Parma-Roma 0-1
11/10/2011: Roma-Atalanta 3-1
04/03/2012: Roma-Lazio 1-2
10/03/2012: Palermo-Roma 0-1
28/04/2012: Roma-Napoli 2-2
05/05/2012: Roma-Catania 2-2
13/05/2012: Cesena-Roma 2-3

 

Stagione 2012-2013
28/04/2013: Roma-Siena 4-0

 

Bilancio complessivo
13 vittorie
6 pareggi
4 sconfitte

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy