L’importanza di Pjanic: su otto partite senza il bosniaco, solo due sono state vinte

di finconsadmin

(di Luca Parmigiani) Una delle novit? tattiche pi? rilevanti di mister Andreazzoli ? stata la scelta di puntare su Pjanic come nuovo regista della squadra giallorossa. Dalla partita contro la Juventus, il bosniaco ? stato messo nel cuore del centrocampo della Roma, a dettare ritmi e giocate, coadiuvato da De Rossi come mediano interditore. La novit? ha portato subito dei benefici visto che i giallorossi hanno vinto bene contro i Campioni d?Italia e hanno bissato il successo la domenica successiva nella neve di Bergamo, gara nella quale Pjanic ha segnato anche il gol del momentaneo 1-2 su punizione. Domenica scorsa, ancora una volta ? stata riproposta la coppia De Rossi-Pjanic in mezzo al campo ma il duo ha funzionato fino al 39? per l?infortunio alla caviglia che ha costretto il numero 15 giallorosso ad abbandonare il terreno di gioco. Gli esami strumentali hanno riscontrato una lesione capsulo-legamentosa con uno stop fissato in quattro settimane.

Andreazzoli ora quindi dovr? studiare nuove soluzioni per ovviare a questo brutto colpo che priva la manovra giallorossa del suo regista principe.

La centralit? di Pjanic nel gioco della Roma (il talento ? ormai seguito da diversi top club europei) ? testimoniata anche dai dati derivanti dall?assenza del bosniaco.

 

In otto partite senza Pjanic, la Roma ha vinto solo due volte, pareggiate altrettante e perso quattro partite, ossia il 50%. In questo calcolo si ? tenuto conto solo delle partite in cui il centrocampista era indisponibile o ? stato in panchina per 90?.

Si inizia da Inter-Roma, la prima affermazione di Zeman: quella partita fu l?illusione di un cammino scintillante che invece si ? trasformato in una via crucis per il Boemo, esonerato dopo Roma-Cagliari del 1 febbraio. Curioso il percorso di Pjanic con il tecnico di Praga: inizialmente escluso dal Boemo (con diversi punti di attrito tra i due con l?apice raggiunto nel derby), il centrocampista si ? poi integrato nello scacchiere di Zeman che non gli ha pi? tolto la maglia da titolare.

La?lesione?di?primo?grado?all?adduttore?lungo?della gamba?sinistra non consente a Pjanic di giocare le prime gare di campionato, dove la Roma ottiene quattro punti, frutto di una vittoria (con l?Atalanta), un pareggio (con la Sampdoria) e una sconfitta (con la Juventus).

In assenza del centrocampista, i giallorossi continuano il loro trend negativo, con tre sconfitte (Parma, Catania e Cagliari all?Olimpico) e un solo pareggio (in casa contro l?Inter).

 

Dopo la debacle contro i sardi, la Roma decide di affidare la squadra ad Aurelio Andreazzoli, che cambia radicalmente il 4-3-3 di Zeman. Spazio alla difesa a tre, Pjanic-De Rossi nuova coppia a centrocampo e due trequartisti a sostegno dell?unica punta.

Ora per? viene a mancare il fulcro del gioco; il ritrovato entusiasmo pu? essere tuttavia la scintilla per smentire questa statistica che fino a oggi, come parlano i numeri, risulta negativa.

 

PARTITE SENZA PJANIC

Inter-Roma 1-3 ? in panchina

Roma-Sampdoria 1-1 – indisponibile

Juventus-Roma 4-1 – indisponibile

Roma-Atalanta 2-0 – indisponibile

Parma-Roma 3-2 ? in panchina

Catania-Roma 1-0 – squalificato

Roma-Inter 1-1 ? in panchina

Roma-Cagliari 2-4 ? squalificato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy