Lazio, Inzaghi: “La Roma ha un grande tecnico e ha preso giocatori forti, ma sappiamo come farle male”

Lazio, Inzaghi: “La Roma ha un grande tecnico e ha preso giocatori forti, ma sappiamo come farle male”

Il tecnico biancoceleste: “Fonseca ha creato già un ottimo clima, noi dovremo essere umili ma coraggiosi. Totti? Ci ho parlato, ma non di calcio. Sarà particolare il primo derby senza di lui”

di Redazione, @forzaroma

Pochi minuti dopo le parole di Paulo Fonseca, è toccato anche a Simone Inzaghi incontrare la stampa nella consueta conferenza della vigilia. L’allenatore della Lazio ha condiviso le sue sensazioni prima del derby della capitale in programma domani alle 18 da Formello. Ecco le sue dichiarazioni:

Lazio favorita?
Probabilmente in teoria, visto il nostro successo e il loro pareggio. Ma in pratica assolutamente no. Sappiamo cos’è un derby, due partite a parte in campionato, sarà strano giocarlo alla seconda, non mi era mai capitato da allenatore e giocatore. Ma penso sia lo stesso.

Come sta la squadra?
L’abbiamo preparata bene coi ragazzi e lo staff, ci siamo concentrati negli ultimi giorni. Domani mattina avremo un risveglio muscolare, poi faremo questa partita importantissima.

Domani la stessa Lazio sfrontata di Genova?
Sicuramente dovremo avere umiltà e spirito di sacrificio. Ma allo stesso tempo coraggio, sappiamo le nostre qualità, come possiamo fare male alla Roma. Ci vuole compattezza, giochiamo contro una squadra forte, che ha venduto ma acquistato giocatori importantissimi. E ha tenuto Kolarov e Dzeko.

Un vantaggio o uno svantaggio giocare alla seconda?
Strano, lo sarà anche dall’altra parte. L’anno scorso arrivò alla sesta o alla settima, ora alla seconda. Molto presto. Sarà una cosa nuova per noi e loro.

Cosa temi della Roma?
Ha un allenatore preparato, bravo, ha fatto bene in Ucraina. Ha creato un ottimo clima in poco tempo, i giocatori lo seguono, hanno fatto un buon precampionato, ho visto in settimana le partite contro Lille e Real Madrid. Giocatori bravi e tecnico preparato.

Come sta Leiva?
Ha lavorato molto bene, penso giocherà dall’inizio, poi sceglierò le altre due mezzali. Milinkovic e Luis Alberto hanno fatto benissimo, Parolo domenica ha fatto una gara straordinaria. Posso giocare solo con Leiva, o con Leiva e Parolo insieme. Vedrò domani.

Dove la Lazio può migliorare?
Domenica abbiamo fatto una grandissima partita, poi si vedono sempre le cose che non vanno. Forse dopo l’1-0 potevamo gestire meglio la palla. Abbiamo fatto una grande gara, la Samp è un’ottima squadra.

Un giudizio su Guida?
Andiamo a vedere queste cose prima dell’esordio. Anche con Rocchi non eravamo stati fortunati, eppure abbiamo vinto una grande partita. Con Guida idem, speriamo succeda lo stesso.

Giocherà questo derby da veterano e non più come l’outsider…
Purtroppo stanno passando gli anni, ho la fortuna di averne fatti tanti da giocatore, da tecnico dei ragazzi e della prima squadra. Ma è sempre come se fosse il primo, c’è grande voglia, da parte mia e dei miei calciatori.

Ha parlato con Totti?
Di calcio non abbiamo parlato, ci siamo visti di sfuggita, è un amico, sarà il primo derby senza lui, farà un effetto particolare. Ci siamo visti in vacanza, c’è stima.

Che Roma ti aspetti?
Si dice che possa esserci qualche cambiamento rispetto all’esordio. La filosofia di Fonseca è coraggiosa, cercherà di crearci difficoltà.

Si aspetta una Roma meno spregiudicata rispetto a domenica scorsa?
Penso di sì, vedremo poi che scelte faranno. Con Florenzi al posto di Kluivert ci aspetteranno un po’ di più. Poi comunque giocheranno con lo stesso modulo.

Gli elogi post Marassi hanno fatto bene alla Lazio o danno fastidio?
Personalmente sono abituato. Il mio quarto anno, nel precampionato nessuno ha parlato della Lazio. Ora si parla che siamo favoriti, prima non eravamo tra i primi 5 del campionato. Abbiamo fatto bene, c’è stata solo la prima di campionato, dovremo essere bravi e avere tantissimi ingredienti, corsa, determinazione, sacrificio, coraggio. Sappiamo che abbiamo qualità.

La Roma non ha più Totti e De Rossi. C’è solo Florenzi che può spiegare ai compagni il significato del derby…
Hanno anche Pellegrini e giocatori esperti, che sono da tanto tempo nella Roma. Sappiamo che hanno venduto ma anche ricomprato giocatori importantissimi. Aspettiamo queste 24 ore con serenità, sappiamo cosa è il derby per noi e la gente.

Caicedo convocato?
Sì, insieme a tutti gli altri. Ha fatto una settimana completa, come Leiva, al contrario della settimana pre-Samp. A esclusione di Wallace e Lukaku.

Aspetta qualcosa dal mercato?
Mancano due-tre giorni, siamo concentrati su quello che sta venendo. L’ho detto anche prima della Samp, la società e il direttore sono vigili sul mercato, vedremo cosa succederà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy