Roma, arriva la prima vittoria allo Stadium: battuta la Juventus 3-1 – FOTO

Roma, arriva la prima vittoria allo Stadium: battuta la Juventus 3-1 – FOTO

Dopo il vantaggio iniziale di Higuain arriva il pari di Kalinic e la doppietta di Perotti. Zaniolo vola, ma chiede il cambio. Bene l’esordio di Calafiori

di Valerio Salviani, @vale_salviani

TORINO – La Roma B chiude in bellezza il campionato vincendo 3-1 contro la Juventus. I giallorossi sfatano il tabù che li vedeva sempre perdenti con i bianconeri allo Stadium, inaugurato ormai nove stagioni fa. Dopo il vantaggio iniziale di Higuain, la squadra di Fonseca prende in mano il match e trovano prima il pari con Kalinic, poi il vantaggio su calcio di rigore conquistato da Calafiori (ottimo l’esordio) con Perotti. Nella ripresa ancora l’argentino, ispirato da Zaniolo. Un buon modo di congedarsi dalla Serie A e concentrarsi sull’obiettivo Europa League. Giovedì a Duisburg la super sfida con il Siviglia di Monchi.

KALINIC RISPONDE A HIGUAIN, LA ROMA C’È – Niente da giocarsi, tante possibili ultime volte in giallorosso. Da Smalling a Perotti, passando per Kalinic e Zappacosta, Fonseca nell’ultima giornata di campionato contro la Juve sceglie tante seconde linee che dopo l’Europa League possono dire addio. Partita inedita dunque, ma l’incubo Stadium (la Roma qui ha sempre perso) si rifà subito vivo. Al 6’ la Juventus passa in vantaggio con Higuain, che sfrutta bene lo schema da calcio d’angolo e sorprende la difesa romanista, decisamente distratta. Partita subito in salita. Al 13’ Zaniolo prova a pareggiare con un sinistro secco, murato da Bonucci che anticipa un intervento complicato di Szczesny. Due minuti dopo Nicolò sale con una delle sue cavalcate classiche e prova a servire Kalinic in area, ma il passaggio è debole e viene intercettato. La Roma non si piega, gioca meglio e al 23’ trova il pari con Kalinic, che ancora su calcio d’angolo è più bravo di Rugani e supera Szczesny.

CALAFIORI GIÀ BRILLA, PEROTTI FA 2-1 – Alla mezzora Frabotta spaventa Fuzato con un tiro da sinistra, che esce di poco. Un minuto dopo Higuain prova ad attaccare la porta dopo un lancio di Muratore, ma Ibanez è più veloce e recupera il pallone. Al 37’ Calafiori va a un passo dall’esordio perfetto, segnando il gol del 2-1. Il terzino esulta, ma l’arbitro annulla. La palla, partita da un corner, aveva superato la linea di fondo prima di arrivare in area. Il classe 2002 ha comunque l’occasione per lasciare il segno. Al 43’ entra in area, rientra sul destro e viene atterrato da Danilo, arrivato in ritardo. Il penalty è netto. Dagli undici metri ci va lo specialista Perotti, stasera capitano, che tira alla sinistra di Szczesny e fa 2-1. Sorride il portiere polacco, che conosce l’argentino e aveva intuito l’angolo, ma non è riuscito a fermarlo. Per la prima volta la Roma chiude il primo tempo allo Stadium in vantaggio.

ZANIOLO MOSTRUOSO, PEROTTI FA TRIS – La Roma parte forte nel secondo tempo, trascinata da uno Zaniolo straripante. Il 22 parte in progressione due volte, senza che nessuno della Juventus riesca a fermarlo. Nella prima occasione serve Kalinic, che tira al volo e viene fermato da un bell’intervento di Szczesny. Nella seconda sfonda per vie centrali e trova l’inserimento di Perotti, che davanti alla porta è freddo e realizza il terzo gol. L’argentino realizza la doppietta personale, ma la seconda rete è tutta di Zaniolo, che sfinito chiede il cambio. Fonseca ne approfitta e manda dentro altre tre riserve: Jesus, Santon e Under. Poco dopo è anche il turno di Bruno Peres, che prende il posto di Calafiori (crampi). La Juventus sfiora il 2-3 con Ramsey, che da dentro l’area schiaccia il destro e colpisce il palo. Cengiz stavolta entra bene, al 68’ cambia gioco alla perfezione su Perotti, l’argentino si accentra e cerca la tripletta, ma stavolta Szczesny riesce a deviare in angolo.

TABU SFATATO, PRIMI TRE PUNTI ALLO STADIUM – Nell’ultimo quarto d’ora c’è spazio anche per Kluivert, ormai completamente fuori dai radar. La Juventus mette dentro Pinsoglio al posto di Szczesny. Al 77’ Zappacosta ha l’occasione per calare il poker, ma da buona posizione con il destro non riesce a inquadrare la porta. Un minuto dopo Higuain può accorciare le distanze, ma stavolta il suo tentativo finisce largo. All’85’ anche Kalinic ha sui piedi la palla del quarto gol: Kluivert recupera un buon pallone e serve Under, il turco arriva al limite e serve l’attaccante, che apre troppo il destro e spara alto sopra la traversa. Nel finale le squadre si allungano, ma il risultato non cambia. Vince la Roma 3-1.

 

TABELLINO

Juventus-Roma 1-3
Marcatori:
5′ Higuain, 24′ Kalinic, 44′, 52′ Perotti (rig.)

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny (74′ Pinsoglio); Danilo, Bonucci (51′ Demiral), Rugani, Frabotta; Rabiot (51′ Ramsey), Muratore, Matuidi; Zanimacchia, Higuain (79′ Vrioni), Bernardeschi (73′ Olivieri).
A disposizione: Buffon, Wesley, Chiellini, A. Sandro, Cuadrado, Bentancur, Peeters.
Allenatore: Sarri (in panchina Martusciello).

ROMA (3-4-2-1): Fuzato; Smalling, Fazio, Ibanez (56′ Jesus); Zappacosta, Cristante (56′ Santon), Villar, Calafiori (60′ Peres); Zaniolo (56′ Under), Perotti (73′ Kluivert); Kalinic.
A disposizione: Pau Lopez, Cetin, Kolarov, Diawara, C. Perez, Mkhitaryan, Dzeko.
Allenatore: Fonseca.

Arbitro: Rocchi.
Assistenti: Schenone e Paganessi.
IV Uomo: Orsato.
Var: Banti.
Avar: Meli.

NOTE Ammoniti: 21′ Rugani, 40′ Smalling, 46′ Perotti, 95′ Fazio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy