Iturbe punta il City, Gervinho lo scudetto. Florenzi, ecco la multa ma andrà in beneficenza

James Pallotta chiude allo United: Strootman non è in vendita. Per Ucan due settimane di stop. Abbraccio a nonna Aurora: multa a Florenzi ma cifra da devolvere in beneficenza

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

Juan Manuel Iturbe mette nel mirino la trasferta di Manchester: il primo marcatore della manita casalinga di Champions contro il CSKA punta la seconda uscita europea di stagione. Iturbe, alle prese con il recupero dal suo infortunio, oggi è sceso in campo e si è dedicato ad un lavoro differenziato. Una corsa con ritmo sostenuto per tutto il perimetro del campo, mentre il resto dei compagni lavorava agli ordini di Rudi Garcia. Ha anche toccato il pallone Iturbe quando qualche compagno gli ha dettato un passaggio filtrante e lui, vicino alla porta, ha concluso. Il palo ha respinto la sua conclusione e l’attaccante giallorosso si è messo le mani nei capelli perchè ha il gol nel DNA e appena vede la porta vuole che la rete si gonfi. Intorno al recupero dell’argentino comunque c’è ottimismo e cautela insieme perchè è necessario che torni al massimo della condizione. In campo ad effettuare differenziato oggi pomeriggio anche Kevin Strootman. Come per Iturbe, per l’olandese giri di corsa intorno al campo, esercizi e lavoro fisioterapico. Proprio sul centrocampista oranje si è espresso in giornata James Pallotta che ha mandato chiaro e forte un messaggio allo United: Strootman non è in vendita. “Vorrei ribadire che Kevin non è sul mercato, la stampa inglese sta sprecando carta”, così il presidente giallorosso blinda il numero 6 che tornerà in campo entro la fine dell’anno solare.

 

 

E’ salito ad 8 il numero degli indisponibili per il prossimo impegno di campionato contro il Parma. Salih Ucan sarà out per le prossime due settimane a causa di una lesione primo grado adduttore sinistro, ma la situazione più complessa resta quella di Leandro Castan. L’infiammazione alla nuca è regredita e le persone a lui più vicine, familiari ed amici, sono meno preoccupati, ma la condizione del centrale brasiliano viene monitorata quotidianamente. Oggi Castan ha effettuato un lavoro differenziato, volto al potenziamento muscolare, e con la fisioterapia continuerà nei prossimi giorni. Domani invece si avranno maggiori informazioni in merito all’entità dell’infortunio di Daniele De Rossi. Al termine della sfida casalinga di ieri contro il Cagliari, che De Rossi non ha concluso lasciando la Roma senza capitano, è stato reso noto che si trattava di un risentimento muscolare al polpaccio sinistro, ma senza fare riferimenti ai tempi di recupero. A Trigoria però, infortuni a parte, c’è aria di grande soddisfazione. I primi tre impegni ravvicinati hanno portato ad altrettante vittorie e Gervinho, che ha suscitato l’ironia del web dopo aver perso la fascia per capelli in uno scontro aereo di gioco ieri contro un avversario rossoblù, non nasconde l’obiettivo comune. “Voglio lo scudetto” ha dichiarato in un’intervista al portale Fifa.com, percisando però che in questa stagione ha due mete da raggiungere: In primo luogo, vincere la Coppa d’Africa. E in secondo luogo, vincere lo scudetto. Sono in ordine cronologico, non in ordine di preferenza personale!”.

 

La vittoria ai danni del Cagliari di Zeman è quasi passata in secondo piano. In tutti i 90 minuti di gioco, il momento che ha catturato l’attenzione di media e tifosi di tutto il mondo è stato l’abbraccio di Alessandro Florenzi a sua nonna Aurora. Una corsa folle culminata con il salto dei cancelli che separano la tribuna Monte Mario ed il campo per raggiungere una spettatrice speciale. Un paluso a questa esternazione è arrivato dal ct della Nazionale italiana, Antonio Conte“Bel gesto quello di Florenzi. Aspetto un suo gol in azzurro”, ha dichiarato, a testimonianza di quanto il neo allenatore azzurro tenga al blocco romanista all’interno della sua Italia: De Rossi, Florenzi, Destro e Astori.

Anche la Serie A ha celebrato il gesto del centrocampista della Roma: “Ci sono gesti d’amore che vanno oltre gli schemi”. Anche oltre il rettangolo di gioco, a gara in corso, il che ha portato il direttore di gara a punire Florenzi (per aver abbandonato il campo durante la partita) con il cartellino giallo, come da regolamento. Con un tweet Roberto Mancini, dopo aver ribadito la bellezza di un gesto tanto bello quanto raro nel mondo del calcio, ha lanciato un appello alla Roma: “Il calcio è fatto anche di sentimenti, non multatelo”Da ieri però la società capitolina aveva annunciato che per il giocatore era in arrivo una multa. Una sanzione pecuniaria infatti ci sarà ma la cifra, irrisoria, sarà interamente devoluta in beneficenza. Da un gesto di amore ne nasce uno di solidarietà. Un amore che supera ogni sanzione, per questo Florenzi è, e sarà per molto tempo, il giocatore che ha ricevuto il cartellino giallo migliore di sempre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy