Garcia parte col piede giusto: tre punti a Livorno. Questione di ore per l’annuncio di Lamela al Totthenam

di finconsadmin

(di Marco Cruciani) La Roma parte col piede giusto. 2-0 contro il Livorno. Gol di De Rossi. Zero reti subite. Ottimo Maicon. Per Rudi Garcia il debutto in Serie A all’Armando Picchi non poteva andare meglio. I tre punti hanno certificato la bontà del lavoro svolto durante la preparazione estiva ma questo è solo l’inizio. Già domenica potrebbe arrivare un avversario più tosto visto che la Roma ospiterà all’Olimpico il Verona di Mandorlini. Per quanto neopromossi i veneti nella prima giornata hanno battuto in casa il Milan, con un Luca Toni in grande forma.

 

 

 

MERCATO – Il pensiero va sempre sul calciomercato. Nell’ultima settimana di questa sessione estiva l’obbiettivo è quello di completare la rosa. Nella prima uscita casalinga in campionato della Roma sarà sicuramente assente Erik Lamela, convocato da Garcia a Livorno ma rimasto in panchina per tutti e 90′ i minuti. L’argentino, d’altronde, non poteva essere rischiato visto che nelle prossime ore raggiungerà il suo agente a Londra per ufficializzare il trasferimento al Tottenham. L’attaccante, infatti, domani pomeriggio non sarà a Trigoria per la ripresa degli allenamenti agli ordini di Garcia che, con una parte dei 30 milioni di euro incassati dalla sua cessione, già sta pensando al suo sostituto. Una volta definito il passaggio del ‘Coco’, si virerà con decisione su Ljajic della Fiorentina, che Sabatini ha individuato come il naturale sostituto. Montella, a differenza di quanto fatto da Garcia con Lamela, ha escluso il serbo dalla lista dei convocati per la prima al Franchi contro il Catania.

“Lo avevo già deciso ieri di non portare Ljaji? perchè non è sereno, ma non si comporta male. La mia non è stata una convocazione perchè sennò si sarebbe parlato solo della sua esclusione e questa mattina gli ho detto di andare a casa perchè non volevo sentire fischi. E’ un ragazzo di 23 che deve ancora maturare e gli auguro di farlo con noi oppure altrove. Deve ancora maturare e sta vivendo qualcosa di più grande di lui. Non è che disturba ma non può essere sereno”.

La rottura tra i viola e il serbo è certificata. La notizia la comunica direttamente Andrea Della Valle, che nei giorni scorsi ha avuto un incontro con la Roma per definire i dettagli della trattativa (10 milioni di euro più bonus l’offerta giallorossa).

“Ljajic andrà via? Lui nei prossimi giorni quasi sicuramente lascerà Firenze. Non ci sarà un nuovo caso Montolivo, li la situazione era molto diversa”.

 

Intanto il diesse Sabatini e il dg Baldissoni oggi sono rientrati a Trigoria da Livorno dopo una serie di incontri tra cui non è escluso anche quello con l’agente di Ljajic, Fali Ramadani, per convincerlo ad accettare la soluzione giallorossa e a rifiutare il Milan che però tutt’ora rappresenta la prima scelta del serbo.

Si cerca ancora una punta centrale. Con l’uscita di Osvaldo e in attesa che ritorni Destro, la società sta valutando una lista di nomi che rispondono alle caratteristiche cercate e soprattutto ai parametri economi imposti della società. Il nome caldo in queste ore è quello di Demba Ba del Chelsea che, però, potrà arrivare solo dopo la partenza di Borriello (e del suo ingaggio da 5,4 milioni di euro lordi). Sabatini non perde di vista il suo pallino Henandez del Palermo anche se il presidente dei rosanero Zamparini chiude la porta in faccia ai giallorossi dicendo che “l’affare non si farà neanche per 20 milioni”.

A centrocampo Michael Bradley è richiesto dal Sunderland, ma la dirigenza fa sapere che il giocatore è considerato incedibile. Anche Balzaretti ha alcune richieste, la più importante arriva dal Tottenham. Farà compagnia all’ormai ex compagno Lamela?

In difesa la Roma piomba su Sakho del PSG per rinforzare il reparto, così come si fa caldo il nome di Astori. Nome nuovo per questo calciomercato è quello di Manuel Lanzini del River Plate che chiama Sabatini per provare l’esperienza nella Capitale.

E Chiriches? Promesso alla Roma da tanto tempo, ora è quasi un giocatore del Tottenham. L’agente distoglie l’attenzione sulle trattative rimandando tutto a dopo la sfida di Champions League. Le voci che vedevano, inoltre, un futuro giallorosso per Nani vanno affievolendosi sempre di più. La Juventus, poi, sembra aver offerto 13 milioni di euro per aggiudicarsi il calciatore del Manchester United. Altro nome è quello di Nedelev, attaccante bulgaro classe ’93, che la Roma vorrebbe prendere per poi girare in prestito al Chievo. Ci si aspetta, quindi, che Sabatini metta a segno 2-3 colpi per rinforzare la rosa, magari con qualche nome altisonante. In uscita anche Burdisso e Marquinho, con quest’ultimo nel mirino della Juventus.

 

CAMPAGNA ABBONAMENTI – Dopo la vittoria in trasferta a Livorno si è riacceso l’entusiasmo della tifoseria nei confronti della squadra. Ieri, infatti, si è registrato un forte incremento nella vendita degli abbonamenti giunti ormai a quota 20 mila. Sarebbe stato ancora maggiore se non ci fosse stata la chiusura della Curva Sud per Roma-Verona, tanto che la Società ha in mente di una riapertura degli abbonamenti dopo la partita contro i veneti.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy