Fonseca: “Stasera eravamo stanchi e lenti, la sosta arriva al momento giusto”

Fonseca: “Stasera eravamo stanchi e lenti, la sosta arriva al momento giusto”

Il tecnico commenta la sconfitta del Tardini: “L’astinenza di Dzeko è casualità. Loro hanno meritato la vittoria”

di Redazione, @forzaroma

La Roma non passa al Tardini. Il Parma vince 2-0 con i gol di Sprocati e Cornelius. Al termine del match il tecnico giallorosso Paulo Fonseca ha detto la sua.

FONSECA A SKY

Sulla partita.
Penso che oggi è stato chiaro che la squadra fosse stanca in questo momento. I giocatori hanno giocato tante partite e non è una questione di atteggiamento. Non siamo più veloci ed è un fatto che non abbiamo fatto una gara per vincere.

Così come con il Borussia il primo gol arriva da un uomo abbastanza solo: sono cali di tensione?
Il Parma è sempre stato pericoloso in contropiede. Ha creato situazioni da gol in quelle occasioni. Noi volevamo vincere qui oggi. Il primo gol subito non l’ho visto bene perché era lontana da me, ma arriva da un contropiede. Non abbiamo fatto una partita sicura in difesa. Anche nel primo tempo abbiamo avuto problemi.

Soffrite le squadre fisiche?
Oggi come ho detto non è una questione di atteggiamento. E’ una questione di non avere reazione nei primi metri. La squadra pensa lenta ed è lenta anche nel reagire. E’ stata una gara difficile e il Parma è una squadra fortissima. Ha meritato la partita.

E’ una casualità l’astinenza di Dzeko?
Sì è una casualità. Noi oggi non abbiamo avuto molte occasioni per fare gol contro una squadra sempre bassa. Non abbiamo avuto spazio e così è più difficile per Dzeko. Non si può considerare Edin solo per i gol, sta lavorando molto per la squadra.

Sui recuperi
Speriamo possano tornare adesso. Vediamo per Pellegrini, ma sono sicuro che Mkhitaryan tornerà.

Visti i tanti infortuni la sosta arriva nel momento giusto.
E’ vero, è un’analisi giusta. Abbiamo giocato sempre con gli stessi calciatori e non avevamo la possibilità di cambiare. Abbiamo pagato tutto questo.

FONSECA A ROMA TV

Mister, la sensazione è che la Roma sia arrivata stanca a questa partita.
E’ un fattore importante in questo momento, perché oggi è stato chiaro che la squadra era stanca. Questi giocatori hanno giocato tutte le partite. Oggi non era una questione di atteggiamento ma un fatto di stanchezza. I giocatori sono stati lenti e poco reattivi, è chiaro il motivo oggi.

All’inizio del secondo tempo la Roma poteva passare in vantaggio. Poco cinici.
La verità è che noi abbiamo avuto occasioni, ma è giusto dire che il Parma è stato molto pericoloso in contropiede. Se non riesci a fare gol prima dell’altra squadra diventa difficile. Una volta passati in vantaggio loro si sono chiusi e tutto è diventato più difficile.

Come andrebbe gestita la partita in futuro tenendo conto della stanchezza.
Sì noi abbiamo avuto anche nel primo tempo difficoltà con il contropiede del Parma. Non siamo stati bravi nelle coperture difensive. Dopo è stato difficile perché non c’era spazio, nelle fasce non abbiamo creato superiorità. Penso che Pastore fosse troppo stanco, non è riuscito ad incidere in modo determinante.

C’era bisogno di avere pazienza, meno frenetici.
Noi volevamo vincere oggi. E’ vero potevamo gestire la palla in altro modo ma è una questione di ambizione. La squadra aveva capito che c’era bisogno dei tre punti contro il Parma. Dopo la partita è facile pensare ad altro, ma la verità è che non siamo stati molto reattivi dopo aver perso palla. Il Parma con facilità trovava il contropiede.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

“Penso che è chiaro per tutti che siamo stanchi. Abbiamo fatto tutte le ultime partite con i soliti giocatori. Siamo stati lenti a reagire e a pensare contro una squadra molto forte in contropiede. Non abbiamo fatto buone marcature preventive. Il Parma ha avuto molte occasioni e ha giocato in contropiede in modo pericoloso”

In panchina c’erano giocatori da utilizzare?
Come ho detto, Under e Diawara non sono pronti per 90 minuti. Quando la squadra vince è normale che non si voglia cambiare. Speriamo di recuperare qualche infortunato per la prossima partita.

Dzeko apre molti spazi ma nelle ultime partite non ha mai tirato in porta.
Oggi Dzeko è stato solo in attacco ma è anche vero che il Parma ha fatto una partita difensiva buona, non ha concesso spazio e noi non abbiamo fatto molti cross. Con una squadra bassa possiamo fare la differenza con i cross ma non l’abbiamo fatta. Ma devo dire che Dzeko non ha segnato nelle ultime partite ma lavora molto per la squadra. Anche Dzeko è stato un po’ stanco.

Come giudica Mancini?
Si è adattato bene. Ha corso molto, come sempre, ha fatto una buona partita.

Quanto ha pesato l’Europa League?
Molto. Devo dire che la partita con il Borussia è stata una delle partite in cui abbiamo corso di più, in un campo pesante poi. E’ stato difficile recuperare.

La Roma non ha avuto tanta fantasia.
Nel momento in cui perdiamo la palla non siamo stati bravi nelle marcature preventive. La squadra ha giocato con ambizione e a volte è meglio gestire la palla meglio. Il Parma poi si è abbassato ed è stato difficile trovare spazi.

Alcuni giocatori sembrano insostituibili.
Voglio cambiare ma in questo momento ad esempio non abbiamo molti sostituti di Dzeko e Kolarov. Non possiamo cambiarli.

Florenzi sesta panchina di seguito.
Si parla sempre di Florenzi, è il nostro capitano e un professionista. E’ un’opzione e al momento ho scelto così.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy