Finanza – Liverpool-AsRoma, vendite ed analogie a confronto…

di Redazione, @forzaroma

(sporteconomy.it – L. Marotta) – Il commento del commercialista Luca Marotta sulle analogie presenti nelle vendite del Liverpool F.c. e dell’A.s. Roma, dove in entrambi i casi appare direttamente o indirettamente il Fenway sports group (attraverso uno dei suoi soci: l’imprenditore americano Thomas R. DiBenedetto.

Se si effettuasse un’analisi sommaria dei passaggi di proprietà di Roma e Liverpool, sorgerebbe una domanda quasi spontanea: si è in presenza di due fattispecie simili? La risposta potrebbe essere affermativa se si evidenziassero esclusivamente i seguenti aspetti comuni:

1) sia il gruppo cui faceva capo l’A.s. Roma, che il gruppo cui faceva capo il Liverpool Football Club erano indebitati con le banche e avevano rate di debito scaduto.
2) E’ indubbia la presenza e il ruolo esercitato dalle banche creditrici. Nel caso del gruppo societario del Liverpool  le banche erano: Royal Bank of Scotland e Wachovia Bank, e principalmente Unicredit per il gruppo che controllava la Roma. In entrambi i casi, come è ovvio che sia, le banche avevano chiesto ai loro debitori di “rientrare”.
3) Altro aspetto comune è il contenzioso sorto tra vecchia proprietà e le banche creditrici. Forse, nel caso del Liverpool molto più aspro, ma non si possono far passare la richiesta di procedura esecutiva da parte Unicredit, come colloqui “amicali”. Alla fine, possiamo affermare che i vecchi proprietari sono stati “costretti” tecnicamente alla cessione della proprietà, che è avvenuta per pagare il debito pregresso.
4) In entrambi i casi sono state utilizzate delle “Newco”, ossia delle società di nuova costituzione, con sede nel paese del ceduto; precisamente: UKSV Holding Company Limited per il Liverpool e NEEP ROMA HOLDING S.P.A. per la A.s. Roma.
5) Per quanto riguarda l’acquisto del Liverpool, i nuovi proprietari della Fenway Sports group hanno ricevuto un finanziamento da parte delle stesse banche creditrici. Sembrerebbe che la stessa cosa possa accadere anche per i nuovi gestori della Roma, da parte di Unicredit.
6) Esiste un legame tra Thomas R. DiBenedetto e Fenway Sports group, nuovo proprietario del Liverpool? La risposta è affermativa. Infatti Thomas R. DiBenedetto figura tra i partner dei Boston Red Sox, che fanno capo a Fenway Sports Group: http://boston.redsox.mlb.com/team/front_office.jsp?c_id=bos
Colte queste analogie tra il passaggio di proprietà del Liverpool e quello della Roma, rimane da chiedersi se si è in presenza di un fatto positivo o negativo. Al momento non si può rispondere.
Si può affermare che il punctum dolens nella gestione del gruppo del Liverpool era rappresentato dal peso degli oneri finanziari. Dalla lettura del prossimo bilancio, che chiude il 31 luglio 2011, si potrà trarre un giudizio in proposito. Anche se bisogna già evidenziare che Royal Bank of  Scotland ha stipulato un accordo di finanziamento, di cui si è detto al punto 5), con USKV volto a fornire alla Società una linea di credito di £ 92 milioni di sterline, che in effetti è stata utilizzata. Inoltre, il calciomercato di gennaio 2011, grazie alle cessioni ha determinato un impatto economico positivo per 46,5 milioni di sterline. Questi dovrebbero essere indizi di una gestione virtuosa? Col tempo si vedrà.

Finanza – Liverpool-AsRoma, vendite ed analogie a confronto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy