DiFra al piano anti-Toro: riecco la Roma B. De Rossi capitano tormentato, resta in dubbio

Fuori Fazio e Dzeko, tornano Jesus e Schick, ma non solo. Niang si allena a parte al Filadefia di Torino e resta a rischio. L’autopsia di Astori conferma la morte cardiaca. Asta in arrivo per Cristante

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Squadra che vince, si cambia. E non per scelta. Di Francesco ha ritrovato la Roma che sognava a inizio stagione nel match più improbabile, ma la perde subito per il match con il Torino. Fuori Dzeko e Fazio per squalifica, dentro Jesus e Schick, provato questa mattina nel tridente con Under e El Shaarawy. A Trigoria si è lavorato prima in palestra e poi sul campo, dove si è rivisto anche Karsdorp, che vede non troppo distante la linea del traguardo. Un turnover forzato venerdì, che in vista del match di martedì prossimo con lo Shakhtar può essere addirittura più ampio. A reclamare una maglia infatti c’è l’ultimo arrivato Silva, ormai pienamente recuperato e pronto a fare il suo esordio per far rifiatare Kolarov.

DE ROSSI IN DUBBIO – Domani De Rossi tornerà in gruppo, ma la caviglia infortunata al San Paolo fa ancora male. Per questo motivo, ma non solo, Di Francesco pensa alla via della cautela e potrebbe comunque decidere di concedergli un turno di riposo. A pesare sulla bilancia, inevitabilmente, anche la brutta vicenda di Firenze. Astori (oggi l’autopsia ha confermato la morte cardiaca) aveva molti amici a Trigoria, uno su tutti proprio De Rossi. A confermarlo il gesto della moglie di Daniele Sarah Felberbaum, che per restare vicino al centrocampista ha rinunciato a partecipare alla notte degli Oscar su Sky Cinema. De Rossi, ma non solo. Una delegazione di giocatori partirà giovedì mattina per Firenze e assisterà al funerale del capitano viola. Per questo motivo l’allenamento è stato eccezionalmente spostato al pomeriggio. Un evento che ha segnato tutti e del quale dovrà tenere conto Di Francesco, moderatore di un umore di spogliatoio sempre in bilico. Ecco dunque che nasce la Roma B, che non sarà quella eliminata in Coppa Italia proprio dai granata, ma che dovrà comunque sopperire ad assenze importanti per evitare un passo falso che renderebbe inutile l’impresa del San Paolo.

ALTRE – Per giugno si continua a monitorare Cristante. La grande stagione del centrocampista con l’Atalanta ha fatto impennare il prezzo del cartellino sopra ai 30 milioni e ha attirato molti club di Premier, pronti a dare filo da torcere alla Roma. Da un giallorosso che potrebbe essere ad uno che è stato: dalla sede del San Paolo Cicinho ha dato l’addio al calcio giocato. A pesare sulla sua scelta i continui infortuni al ginocchio che l’hanno tormentato negli ultimi anni. Dopo l’invito di Romelu Lukaku a portare Nainggolan al Mondiale di Russia, dal Belgio il ct Martinez fa sapere al Ninja che è tra i giocatori monitorati.

QUI TORO – I granata si sono allenati oggi pomeriggio al Filadelfia. Per gli uomini di Mazzarri seduta tecnico-tattica in vista della Roma. Oltre all’assenza di Burdisso (squalificato) il tecnico livornese potrebbe dover fare a meno di Niang, che oggi si è operato al naso per ridurre la frattura e si è allenato a parte. Possibile una chance per l’ex Ljajic, da tempo finito ai margini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy