Capello: “Con i romanisti non ho mantenuto la parola. Siamo professionisti, ha ragione Spalletti”

Il tecnico friulano è tornato sul suo passaggio in bianconero che destò tante polemiche tra i tifosi giallorossi

di Redazione, @forzaroma

Con la Roma ha vinto uno scudetto ma i tifosi non lo ricordano con affetto per il passaggio alla Juve considerato alla stregua di un tradimento. Fabio Capello ha parlato alla rivista SETTE della sua dichiarazione “Mai alla Juve“, poi smentita dai fatti, e del suo periodo in giallorosso. Queste le sue parole.

E’ vero, non ho mantenuto la parola. Avrei dovuto fare come Luciano Spalletti: noi siamo professionisti. Invece ci sono andato. Avevo capito che in 5 anni avevo dato tutto e non riuscivo più a trasmettere alla squadra ciò che sentivo dentro. Era diventata routine“.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. remo.petit_853 - 4 anni fa

    L’interpretazione fatta da voi su quanto detto da Capello è completamente fasulla, dire “siamo professionisti” stà a significare che possono andare dove vengono chiamati, sia per ragioni tecniche che per ragioni economiche, analogamente a quanto dichiarato da Spalletti qualche tempo fa. Non giocate sulla doppia interpretazione, non siete credibili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giampiero.mell_147 - 4 anni fa

    Ma taci che è meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy