Cafu nella storia della Roma. Pjanic si aggiunge a De Rossi e Tachtsidis: “Sono un regista”

di Redazione, @forzaroma

(di Giovanni Gallo) La giornata di oggi ha dato numerosi spunti.  La doppia seduta di allenamento destava curiosità per un motivo in particolare: Daniele De Rossi, le speculazioni sul ruolo che dovrà interpretare (se sarà schierato) nel match del Marassi hanno sollevato diversi dubbi sull’impiego del centrocampista.

 

La seduta mattutina ha fatto registrare l’assenza di Dodò. Preoccupazione svanita nel pomeriggio e il giovane brasiliano si è allenato regolarmente con il gruppo. Guai pomeridiani per Burdisso e Destro che hanno interrotto l’allenamento: lombalgia per il primo e risentimento muscolare alla gamba destra per l’attaccante. De Rossi, durante la partitella, è stato schierato intermedio con Florenzi. Tachtsidis in cabina di regia. Tanti i giocatori in lizza per il ruolo di regista, Miralem Pjanic, intervistato da SkySport, sottolinea: “Con Zeman mi devo adattare. Con la Bosnia gioco regista. Nella Roma non mi sento un titolare

 

Tanto lavoro per la partita di domenica con il Genoa, gara difficilissima come dimostrano i dati statistici: trasferta tabù da quattro stagioni, sempre sconfitti. L’ultima vittoria capitolina risale al 24 novembre 2007, quando un colpo di testa in extremis di Christian Panucci regalò un sorriso a Luciano Spalletti.

 

HALL OF FAME, CAFU NELLA STORIA – La Champions è arrivata a Roma: nella Capitale si svolge l’ultima tappa del Trophy Tour Uefa di Unicredit, una manifestazione che ha toccato già otto città italiane, richiamando oltre 100 mila spettatori. A Piazza del Popolo il testimonial è stato Marcos Cafu (presente anche Vieri).  L’ex giallorosso risponde alle domande dei presenti. Sulla Roma e mister Zeman:Non abbiamo vinto un campionato, ma abbiamo fatto dei risultati e giocato benissimo. Le squadre di Zeman lottano e corrono dall’inizio alla fine. Lui ha una maniera di giocare e di mettere in campo i calciatori e i calciatori devono adattarsi all’allenatore. Ma i calciatori che giocavano nel mio periodo erano diversi da quelli di ora. Avevamo una squadra forse più compatta”. Un pensiero per l’ex compagno di squadra, Totti:E’ stato un compagno fantastico: ha sempre fatto bene per la Roma e per la Nazionale, io tifo sempre per lui. La squadra deve aiutarlo e lui deve aiutare la squadra”.

 

Un ritorno al passato. Cafu entra ufficialmente nella storia giallorossa, la Roma annuncia: “Hall of Fame: questo pomeriggio Marcos Cafu, ex difensore giallorosso dal 1997 al 2003, è ospite a Trigoria per ricevere la maglia ufficiale come uno degli 11 Famers AS Roma eletti nella classe 2012. Grazie “Pendolino”, da oggi ufficialmente nella storia giallorossa!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy