Bradley: “Totti è unico, ha qualità speciali”

“Quando si parla del suo carattere, della sua personalità, della lealtà che ha dimostrato per quella città e per quel club. Non devi guardare la storia solo in questi ultimi anni ma in tutta la storia del calcio, di cui fa parte insieme a un altro piccolo gruppo di calciatori”

di Redazione, @forzaroma

Michael Bradley, ex giallorosso, torna a parlare della sua esperienza con e l’incontro con Francesco Totti. Lo statunitense, ora al Toronto, è anche il capitano degli Usa. Ecco le sue parole a oneworldsports.com:

Francesco è unico in ogni modo. Sicuramente le sue qualità, le sue qualità calcistiche, sono speciali. Non c’è nient’altro da aggiungere. Quando si parla del suo carattere, della sua personalità, della lealtà che ha dimostrato per quella città e per quel club. Non devi guardare la storia solo in questi ultimi anni ma in tutta la storia del calcio, di cui fa parte insieme a un altro piccolo gruppo di calciatori”.

L’esperienza al Chievo? 
“E’ stata un’opportunità prima di trasferirsi in una grande squadra come la Roma. I giallorossi non sono come gli altri club italiani, non comprando solo giocatori italiani. Vogliono bravi giocatori e penso di aver dimostrato di esserlo durante la mia permanenza in Italia di essere un giocatore molto bravi. Sicuramente uno dei più grandi ostacoli per i giocatori americani in Italia è lo status di extracomunitari. La percezione che hanno dei giocatori statunitensi è molto difficile, in tutto il mondo. Negli ultimi anni, però, alcuni ragazzi sono riusciti ad arrivare in Inghilterra, Germania e Scandinavia”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy