Bojan è della Roma. Closing raggiunto

di Redazione, @forzaroma

(di Marco Reda) – Quello del compleanno è sempre un giorno speciale. Gli anni passano ma la passione è sempre la stessa. Testimoniata dal numero di tifosi romanisti presenti a Brunico (è record ndr) e gli striscioni dedicati alla Roma.

E’ tornato l’entusiasmo in campo mentre c’è trabajo y sudor agli ordini di un attentissimo lavoro da parte del nuovo tecnico, uniti alla voglia di riscatto di un gruppo che vuole tornare ad essere vincente. Poi c’è anche un Walter Sabatini in giro per il mondo che lavora per rendere grande e competitiva la rosa. Per il resto, a disturbare i sogni di un popolo affamato di vittorie ci pensa la solita querelle societaria, sostituita poi in serata da una notizia liberatoria.

Problema della questione, stavolta, un presunto buco debitorio di diciassette milioni, facente capolino spuntando il bilancio del mese scorso, non dichiarato nella iniziale due diligence di inizio trattativa e la conseguente “lite” nello stabilire chi tra le due parti, Unicredit e cordata statunitense, avrebbe dovuto occuparsi del suddetto risanamento economico. Sembrerebbe però, dalle indiscrezioni di giornata, che si tratti soltanto di un falso allarme, in quanto il passivo societario fu reso noto dalla banca a Di Benedetto e soci in tempi non ignoti. Dunque, con lo scampato pericolo, si è vicini alla fine? Pare di si: nelle ultime ore di giornata è stato raggiunto il closing per la cessione definitiva della società A.S. Roma alla “Newco” guidata da Thomas DiBenedetto che, nell’ assemblea del Cda in programma il 1 Agosto, otterrà le cariche necessarie per essere proclamato, in via ufficiale, nuovo presidente del club giallorosso.

 

BOJAN-HEINZE OK, PRESSING SU STEKELENBURG – Mentre la squadra continua a prepararsi a Brunico, con un allenamento mattutino ed uno pomeridiano, arrivano buone notizie dal mercato in entrata: finalmente, dopo un intero mese di attesa, Bojan Krkic è ufficialmente un calciatore della Roma. Il Barcellona, acquistato Alexis Sanchez dall’ Udinese, ha liberato il talentuosissimo attaccante dell’ Under 21 spagnola, che sarà a disposizione di Luìs Enrique (autentico parafulmine di società, squadra e mercato nella conferenza stampa odierna) a partire da domani, dopo aver sostenuto le visite mediche. Già note le modalità dell’ operazione: prestito con diritto di riscatto (12 milioni) in favore della Roma e controriscatto (13 milioni) per il club blaugrana. Il calciatore ha quest’ oggi affermato, in una conferenza stampa di addio al Barcellona, di essere dispiaciuto per la conclusione della sua esperienza nel club per cui fa il tifo da sempre ma, allo stesso tempo, di voler fare meglio possibile con il suo nuovo team.

La tabella degli arrivi si riempie, inoltre, di un nuovo nome: è quello dell’ argentino Gabriel Heinze. Il difensore ex Marsiglia, che in mattinata ha sostenuto e superato le visite mediche al Policlinico Gemelli,  è giunto da pochissimi minuti presso il ritiro di Brunico e domani sarà presentato alla stampa. Contratto annuale, con opzione per il secondo, ed ingaggio da seicentomila Euro per lui, un elemento di affidabilità ed esperienza per la nuova Roma di Luìs Enrique. Ed aspettando un già entusiasta Lamela, le energie del mai domo Walter Sabatini sono ora tutte concentrate sull’ uomo che dovrà difendere la porta della Roma. La trattativa con l’ Ajax per Maarten Stekelenburg è ancora aperta (come conferma il direttore sportivo degli “orange”) e la Roma sta pensando di rilanciare a nove milioni l’ offerta per accaparrarsi il capitano dei “Lancieri”. Nonostante le continue dichiarazioni d’ amore dei tifosi olandesi nei confronti del “proprio” portierone, i presupposti per un trasferimento del calciatore nella Capitale ci sono tutti, dato che lui stesso non intende rinnovare il contratto con il suo attuale club ed attende soltanto la chiamata definitiva dall’ Italia. La palla passa ora alle due società.

Il futuro di Javier Pastore continua, nel frattempo, a rappresentare un rebus: Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, continua ad accostare il calciatore alla Roma, dichiarando di non accettare contropartite tecniche in caso di una sua cessione; d’ altra parte il direttore sportivo del club rosanero, Sean Sogliano, esclude il trasferimento del trequartista argentino ad un club italiano, dando maggior credito alle piste estere. La situazione resta indecifrabile: sarà Pastore il colpo ad effetto del mese di Agosto o il suo destino è già scritto, ma non ancora reso pubblico? Soltanto il tempo potrà rispondere. Ed il Dio denaro…

 

RINASCITA CICINHO, VUCINIC LONTANO – “Lucho” Luìs Enrique ha più volte affermato di essere soddisfatto della rosa a sua disposizione e del lavoro nel ritiro di Brunico. In particolare, il tecnico asturiano si è soffermato in questo senso su degli specifici elementi, compresi calciatori finora ai margini del progetto tecnico della squadra; uno di questi è il brasiliano Cicinho. Il terzino sudamericano, rientrato dal prestito di sei mesi al Villarreal, potrebbe essere confermato in organico date le sue caratteristiche, in linea con il modello di gioco del tecnico iberico, e lui stesso è particolarmente intenzionato a guadagnarsi la fiducia di tutto l’ ambiente Roma con impegno e costanza, uniti ad un pizzico di fiducia nei suoi confronti (come conferma il suo agente Riccardo Sarti). In odor di conferma anche Marco Borriello: il centravanti napoletano, riscattato dal Milan ad inizio sessione, per la cifra di dieci milioni di Euro, sta lavorando sodo per riscattare un finale di stagione, la scorsa, al di sotto delle sue possibilità, ottenendo anche un discreto risultato. “Capitan” Totti non sarà sicuramente in grado di disputare tutte le partite della prossima stagione e Luìs Enrique ha bisogno di un attaccante di livello in grado di non farlo rimpiangere. Per l’ appunto, Marco Borriello.

Diverse le situazioni di Mirko Vucinic e Jéremy Ménez: il montenegrino appare sempre più imbronciato, la società vorrebbe confermare un elemento di indiscusso talento ma il calciatore ha già la mente altrove. Il Tottenham lo farebbe suo in brevissimo tempo ma la Roma non chiede meno di quindici milioni; il francese, che non dispiace affatto al tecnico romanista, potrebbe invece tornare in patria, direzione Paris Saint Germain: ad otto-nove milioni si può chiudere, con buona pace di tutti. E mentre l’ agente di Victorino Antunes, in esclusiva a ForzaRoma.info, invita la Roma ad iniziare un dialogo per il futuro del suo assistito (non convocato per il ritiro pre-campionato) il baby Gianmarco Falasca, elemento della Primavera giallorossa, si accasa all’ Inter.

 

TESSERA DEL TIFOSORinviato almeno di un’ altra stagione l’ interessante piano dedicato alla campagna abbonamenti: dunque, per il momento sfuma l’ ipotesi di abbonamento senza tessera del tifoso per i supporters giallorossi. Il Viminale ha giudicato valida, ma non fattibile in tempi brevi, la proposta di Fenucci e collaboratori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy