“Batman returns”: quando i portieri avversari si trasformano in supereroi contro la Roma

di finconsadmin

(di Luca Parmigiani) Il pareggio di ieri sera ha lasciato molto amaro in bocca nell’ambiente Roma: lo 0-0 maturato al termine dei 90’ ha come principale protagonista l’estremo difensore del Cagliari Avramov, che grazie ai suoi prodigiosi interventi ha tenuto inviolata la porta dei sardi.

 

I giallorossi hanno sì peccato di efficacia sotto porta ma davanti hanno trovato un vero e proprio muro invalicabile, come dimostra la parata del serbo sul tiro di Maicon nella ripresa, destinato sotto l’incrocio dei pali. E pensare che Avramov neanche è il titolare dei rossoblu visto che il numero 1 per Lopez è Agazzi.

 

Nella storia giallorossa, purtroppo, si possono ricordare tanti casi come questi, portieri che contro la Roma si trasformano in supereroi e riescono a parare anche l’imparabile.

 

In sala stampa, ieri sera al termine di Roma-Cagliari, a Rudi Garcia è stato ricordato un precedente di 29 anni fa, Roma-Verona 0-0: in quella gara Garella, portiere dei gialloblu, divenne per 90’ una piovra capace di respingere tutti gli attacchi dei giallorossi di Eriksson.

 

Passando alla storia recente, invece, vengono alla mente dei ricordi che sono delle ferite ancora aperte per i tifosi della Magica. Come non scordarsi infatti di Marco Storari e delle sue prestazioni superlative sempre contro la Roma (Cagliari-Roma 1-1 del 29 marzo 2008 e Roma-Sampdoria 1-2 del 25 aprile 2010)?

 

Romani o ex romanisti che puntualmente contro i giallorossi sfornano performance di rilievo: è il caso di Francesco Antonioli in Roma-Cesena 0-0, prima giornata della stagione 2010-11, con i romagnoli in Serie A dopo 20 anni.

 

Stefano Sorrentino, giocatore che in diverse sessioni di mercato è stato accostato al club di Trigoria, in un Roma-Chievo 0-0 del 3 maggio 2009 risultò a suon di parate il migliore in campo, regalando un punto prezioso ai clivensi in ottica salvezza.

 

E Marco Amelia? Campione d’Italia con la Roma nel 2001, l’attuale portiere del Milan si trasformò nell’Uomo Ragno in Roma-Livorno 1-1 del 19 aprile 2008, una partita drammatica per i giallorossi, che gettarono due punti decisivi per la lotta scudetto. L’infortunio al crociato di Totti e De Rossi in ginocchio al fischio finale di Orsato sono immagini che tutti ancora ricordano.

 

Concludiamo questa rassegna con un portiere di rango, Sebastian Frey, che in un Fiorentina-Roma 0-0 del 18 marzo 2007 riuscì a tenere inviolata la propria porta dopo ripetuti interventi mostruosi sulle conclusioni dei giocatori di Spalletti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy