Fonseca: “Farò poco turnover. Parlo spesso con Pallotta, è molto presente” – AUDIO – FOTO

Fonseca: “Farò poco turnover. Parlo spesso con Pallotta, è molto presente” – AUDIO – FOTO

L’allenatore giallorosso prima del match contro il Basaksehir: “Kalinic e Mikhtaryan sono pronti, anche se non per 90 minuti. Jesus non convocato per scelta tecnica”

di Redazione, @forzaroma

La conferenza stampa della vigilia di BasaksehirRoma si terrà alle 18 (orario italiano) direttamente dal Fatih Terim Stadium. Il giocatore giallorosso che accompagnerà ai microfoni mister Fonseca sarà il numero 7, Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista, ritrovato dopo lo stop che lo ha visto fuori dal campo per poco più di un mese, dovrà ovviare all’assenza di Javier Pastore, out per una botta all’anca.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

La Roma non deve perdere per sperare di qualificarsi: è ancora alla vostra portata passare il turno?
Sì, abbiamo fiducia indipendentemente da tutto giochiamo sempre per vincere. Domani sarà la stessa cosa, dobbiamo giocare per vincere questa partita difficile.

Under può risentire dell’emozione?
Capisco che tutti chiedano di Under, ma vediamo domani. Per me, quando devo decidere la squadra, non è importante questa questione.

Ha difficoltà a formare la squadra?
No, ad ora abbiamo solo Pastore e Florenzi infortunati.

Dopo la sconfitta dell’andata, il Basaksehir non ha più perso: cosa si aspetta domani?
E’ sicuro che sarà una partita difficile, il Basaksehir è in un grande momento. E’ una squadra esperta, gioca bene e gioca in casa. E’ una partita importante anche per loro, ma noi vogliamo vincere domani.

Cosa pensa del futuro di Under e Cetin?
Sono due giocatori con un grande futuro, sono giovani. Devono lavorare per migliorare, ma noi crediamo molto in questi due giocatori.

Quando ha visto Under e Cetin per la prima volta cosa ha pensato? Cosa devono migliorare?
Ci sono sempre cose da migliorare, sono giovani. Cetin è arrivato adesso, Under si è ambientato al calcio italiano. Deve migliorare molto, ma quando sono giovani è così. Sono due giocatori dal grande futuro.

Può fare un paragone rispetto a quando sono arrivati dalla Turchia? Magari non riuscivano a tenere i ritmi in allenamento…
Sono segreti di cui non posso parlare, ma in generale devono migliorare molto.

Si aspettava che questa partita sarebbe stata decisiva? Ha rimpianti rispetto anche a qualche episodio arbitrale nel girone?
Non dobbiamo pensare al passato, ma a domani. Come in tutte le partite giochiamo per vincere, è una partita molto importante per noi.

Avete sostituito Fuzato con Mirante in lista Uefa?
Abbiamo cambiato Mirante con Fuzato perché è infortunato.

Jesus non convocato per scelta tecnica?
Sì, scelta tecnica. Non possiamo utilizzare tutti in competizioni Uefa, abbiamo 18 giocatori. Jesus è un’opzione.

Pellegrini può giocare ancora?
E’ pronto per giocare sempre.

Kalinic e Mkhitaryan?
Sono pronti per giocare, non tutta la partita, ma sono pronti.

Che rapporto ha con Pallotta?
Parliamo spesso, sento il presidente molto presente e preoccupato per la squadra. Parliamo di tutto.

Ci saranno novità societarie?
Io quando parlo con il presidente parlo solo di calcio, sono l’allenatore.

FONSECA A SKY SPORT

Loro sono primi in classifica, sono una sorpresa…
Devo dire che la loro ultima sconfitta è contro di noi, quasi 11 partite fa. Sono una bellissima squadra, molto esperta e sta in un buonissimo momento.

In Europa League vi siete un po’ complicati la qualificazione da soli prendendo quei gol negli ultimi minuti. In Europa bisogna mantenere la concentrazione fino all’ultimo. Serve un salto di qualità?
Sì, dobbiamo pensare che domani dobbiamo vincere questa partita. Vincere domani è importante. Dobbiamo pensare ad attaccare perché vogliamo vincere.

Non ci sarà un grande turnover, vero?
No. Possiamo fare 2 cambi.

Quali?
Non posso dirlo. Vediamo domani.

Spinazzola-Santon e Kluivert-Under, sono questi i suoi dubbi?
Vediamo domani (ride, ndr).

FONSECA A ROMA TV

Sapete che questa è una partita da vincere: avete più pressione?
E’ vero che è una partita molto importante per noi, dobbiamo giocare per vincere. Sappiamo che è difficile, l’altra squadra è in un buon momento, l’ultima sconfitta è stata con noi a Roma, sono 11 partite senza sconfitte. E’ difficile, ma noi vogliamo giocare per vincere.

L’ultima vittoria con il Brescia vi ha dato entusiasmo e questo è importante per voi.
Sì, abbiamo vinto l’ultima partita, ma questa è un’altra competizione e sappiamo che domani dobbiamo vincere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy