Aggressione Sean Cox, la polizia italiana arresta un uomo di 30 anni: è in attesa di estradizione

L’uomo, su cui pendeva un mandato d’arresto europeo, è apparso in tribunale a Roma sabato 6 ottobre

di Redazione, @forzaroma
La polizia italiana ha arrestato un uomo in relazione all’attacco di cui è rimasto vittima il tifoso del Liverpool Sean Cox a margine della gara di Champions League tra i Reds e la Roma dell’aprile scorso. A renderlo noto è stata la Polizia del Merseyside, che ha comunicato di aver aiutato le autorità nella capitale nel fermare il 30enne, che ora deve affrontare l’estradizione nel Regno Unito. “Sull’uomo pendeva un mandato d’arresto europeo – si legge nella nota delle forze dell’ordine di Liverpool – con l’accusa di aggressione, a seguito degli incidenti all’esterno di Anfield Road. L’uomo di 30 anni è apparso in tribunale a Roma sabato 6 ottobre ed è stato rinviato a giudizio in vista di un’udienza di estradizione”.

Martina Cox, la moglie di Sean, ha parlato delle condizioni di suo marito all’Irish Independent: “Riesce a vedere, ma la sua vista è compromessa. Ci vede quando entriamo, ma se gli mostri una fotografia per lui è un po’ sfocata. Il suo udito sembra soddisfacente, le persone gli raccontano cose, lui ride ma non riesce a comunicare con noi e questa è la cosa peggiore. Dicono che non tornerà la stessa persona ma ci proveremo fino alla fine. Vogliamo riavere indietro Sean al meglio possibile e faremo tutto quanto in nostro potere”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy