Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato as roma

Roma, Dalot ha detto sì. Ecco cosa manca per convincere il Manchester United

Getty Images

Il terzino portoghese ha accettato di buon grado la destinazione giallorossa: resta da trovare l'accordo con lo United, che deve ricevere anche l'ok per il sostituto

Francesco Balzani

Sostenibilità, tempo e progetto. Ma poi c’è un mercato da completare a gennaio per soddisfare le richieste di Mourinho. Così Tiago Pinto è al lavoro per rimediare alle mancanze estive e riempire il primo vuoto: quello del terzino destro. L’accelerata nelle ultime ore è tutta su Diogo Dalot che vuole lasciare il Manchester United per la seconda volta in due anni. Il portoghese, 22 anni ex Milan, non trova spazio e rischia di giocarsi il Mondiale (in bilico playoff) in Qatar. Appena 83 i minuti giocati in Premier. Una miseria. Per questo - secondo quanto risulta a Forzaroma.info - Diogo ha già detto sì alla Roma senza pensarci un attimo. Il suo entourage è convinto della destinazione visto che in Serie A Dalot ha dimostrato di poter far bene e vista la presenza di Mourinho.

Il primo passo, quindi, è andato a buon fine. Ora c’è quello più ostico con il Manchester che (vedi Smalling) difficilmente fa sconti. Il club inglese è alla ricerca di un terzino destro e lo ha individuato in Trippier in uscita dall’Atletico Madrid. La trattativa sembra ben indirizzata, il via libera è vicino. L’ostacolo è la formula della cessione di Dalot che in giallorosso contenderebbe il posto da titolare a Karsdorp oltre a offrire un’alternativa pure a sinistra. La Roma è disposta a offrire un prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni. Il Manchester vuole l’obbligo anche a cifre leggermente più basse (10-12). Sono ore di riflessione a Trigoria dove l’alternativa può essere Bartosz Bereszynski, prendibile per 6 milioni ma che ha già 29 anni.