Gerson: “La maglia numero 10 è un regalo che ho ricevuto. C’è un malinteso”

Il giovane brasiliano, aveva pubblicato una foto con la maglia numero 10 della Roma personalizzata con il suo nome. Per questo è stato accusato da alcuni tifosi di “lesa maestà” nei confronti di Totti

di Redazione, @forzaroma

In linea con quanto Walter Sabatini, Francesco Totti e l’intero ambiente Roma vanno comunicando fin da stamattina, Gerson in persona è intervenuto a smorzare la polemica che nelle ultime 24 ore sta tenendo banco nella capitale.

La maglia numero 10 è stato un regalo ricevuto, il numero 10 non è il mio: c’è un malintesosi legge nel messaggio pubblicato dal giocatore su twitter.

Il riferimento è chiaramente alla foto, apparsa ieri sulla pagina del ragazzo, che lo ritraeva con indosso una maglia della Roma personalizzata; sopra al numero 10 non si leggeva il nome del Capitano, ma “Gerson”. L’immagine ha suscitato la reazione di alcuni tifosi romanisti che hanno accusato il Brasiliano di ‘lesa maestà’ nei confronti di Totti e lo hanno invitato a un maggiore rispetto.

Nella giornata di oggi, lo stesso Totti è intervenuto spiegando che “tutti devono avere la possibilità di indossare e onorare la maglia numero 10“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy