‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Talisca ha un sinistro che fa cantare il pallone, è quello che ci manca”

‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Talisca ha un sinistro che fa cantare il pallone, è quello che ci manca”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92.7): “Il ritorno in gruppo di Karsdorp è una bellissima notizia, sono veramente contento. L’altra bella notizia è che Talisca ha dato l’addio al Besiktas. Io mi sono follemente innamorato di questo calciatore, ha un sinistro che fa cantare il pallone. Il tifoso romanista e Talisca sono nati per stare insieme e innamorarsi uno dell’altro. Se si può prendere prendiamolo subito, è proprio quello che ci manca. Tutto quello che abbiamo immaginato fosse Gerson, è lui. Anche Verdi mi piace, se non si dovesse arrivare a Talisca andrei su di lui. Non credo ci sia il rischio di perdere Florenzi a parametro zero, penso che le cose si chiariranno quest’anno con il rinnovo o con la cessione, o con la cessione dopo il rinnovo. Sicuramente escluderei l’addio a zero”.

Piero Torri (Teleradiostereo 92.7): “Sono certo dell’interesse della Roma per Talisca, come sono altrettanto certo che Balotelli non verrà alla Roma, che ha già Dzeko e Schick in quel ruolo. Neanche uno che viene da Plutone potrebbe far giocare Balotelli, Dzeko e Schick insieme… Quest’anno faremo i conti con almeno una cessione importante, però credo che qualche novità in entrata la troveremo. Il ritorno di Karsdorp porta a questa domanda: dove gioca Florenzi? Con l’olandese, lui là non gioca”.

Marco Cassetti (Teleradiostereo 92.7): “Balotelli? Ogni giorno viene accostato a una squadra diversa… Questa squadra ha tutto per fare bene ma è mancata un po’ di qualità, quindi inserendo giocatori come Talisca o Verdi si va a colmare proprio questa mancanza. Florenzi? È una cosa risolvere quest’estate, è impensabile portarlo a parametro zero l’anno prossimo. Non credo ci sia il pericolo di perderlo a zero”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Kluivert e Coric sono giocatori che chiunque dovrebbe prendere in prospettiva, ma non sono pronti per farti fare il salto. Non sono questi i giocatori per vincere lo scudetto. Tra i due prenderei Kluivert, ma lo voglio vedere qui, lui come Karsdorp. Il campionato olandese è assai più scadente del nostro”.

Francesco Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Kluivert jr. è fortissimo, è un esterno bifase, gioca a destra e a sinistra, calcia benissimo in porta soprattutto col destro. Non ha un fisico strutturatissimo, ma sta crescendo sotto questo punto di vista. Questo è il suo marchio di fabbrica: dribbla, rientra sul destro e calcia sul secondo palo. Coric nasce e cresce trequartista, è un ragazzo interessante da un punto di vista tecnico, anche se secondo si deve un po’ sveltire, porta troppo il pallone. Chiaramente non puoi pretendere che, pronti via, possano subito fare i titolari nella Roma. Si parla sempre di attaccanti e di esterni, ma il club giallorosso, secondo me, ha bisogno di altro”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma ha bisogno di tre titolari forti, che non possono essere Kluivert jr. e Coric”.

Ivan Zazzaroni (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Justin Kluivert è molto più formato di Coric, che è un pallino di Monchi. Queste sono le sue operazioni. Credo che Balotelli sia soltanto una suggestione, sospetto che non verrà mai a Roma. Lì è Di Francesco che è andato un po’ oltre e ha autorizzato questi discorsi, ma non credo che andrà a Trigoria”.

Gabriele Ziantoni (Teleradiostereo 92.7): “Balotelli non interessa alla Roma, semmai è Raiola che continua a proporlo in giro. Verdi è già un profilo un po’ più interessante. In chiave mercato bisognerà capire anche con quale modulo vorrà giocare Di Francesco. Se Di Francesco vorrà continuare col 4-3-3, bisognerà fare un ragionamento sul centrocampo. Altrimenti si dovrà fare qualche ritocco pure in difesa, anche al centro per poter giocare a 3 dietro”.

Angelo Di Livio (Teleradiostereo 92.7): “Verdi alla Roma? Me lo danno per fatto al Napoli. È sicuramente un bel prospetto, mi piacerebbe vederlo come alternativa a Under. Balotelli? Io un pensierino ce lo farei. Arriva anche il momento per fare il salto di qualità, e io lo vedo pronto per farlo. A Reggio Emilia non rischierei Karsdorp, neanche per 15-20’”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo-92,7): “Perdere Florenzi a parametro zero sarebbe un danno che la Roma non potrebbe permettersi. Discorso diverso qualora la Roma decidesse di cederlo. Questa città è capace di non rimpiangere Florenzi e di fare la standing ovation a Nainggolan che viene espulso con la Juve. Il discorso giusto sarebbe: la Roma può trovare qualcosa di meglio di Florenzi? Forse sulla carta sì ma bisognerà fare delle valutazioni. La Roma non pensa minimamente a Balotelli”.

Riccardo “Galopeira” Angelini (Teleradiostereo-92,7): “Florenzi non vuole andare via ma aspetta il primo passo della società. In questo momento la Roma si trova nella condizione di dover ricomprarlo. Chi rappresenta il giocatore potrebbe anche farsi forte del contratto da 900mila euro fatto a Luca Pellegrini”.

Ubaldo Righetti (Teleradiostereo-92,7): “Di tutti i giocatori accostati alla Roma non discutiamo le qualità tecniche ma la testa. Di Francesco ha parlato di mentalità, ci vuole gente pronta da questo punto di vista. Le grandi squadre hanno due giocatori per ruolo per mantenere alto il livello della squadra. Non capisco dove Florenzi abbia avuto un calo, sinceramente non l’ho visto così al di sotto delle sue possibilità. Ha fatto una stagione normale”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino-104,5): “Non credo che Dzeko possa andare negli Stati Uniti dopo aver rifiutato l’Inghiterra. Credo sia una mossa strategica. Kovacic ha delle caratteristiche che potrebbero servire alla Roma”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino-104,5): “L’eventuale partenza di Dzeko darebbe senso all’operazione Balotelli. Credo anche io che sia una mossa dell’agente. Kovacic è un cavallo pazzo che difficilmente si integra in un meccanismo di gioco”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Leggo tanti nomi di giovani per la Roma, ma credo che sia il gioco dei procuratori. Dzeko? Credo che meglio della situazione che ha a Roma in giro non trova niente. Mi fido molto di Di Francesco e se lui non si è portato dietro Berardi già l’anno scorso un motivo c’è. Non credo che sia stato solo per un motivo economico. Ala Roma quest’anno serviva di più Politano.  L’operazione Balotelli credo sia vantaggiosa, la farei. Se la Roma volesse puntare allo scudetto allora dovrebbe prendere qualche campione”.

Fernando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma fa bene a ripartire da Dzeko perché lui e Alisson sono stati gli artefici principali di questa stagione. Berardi? Ha delle qualità incredibili, è un gran bel giocatore, un po’ discontinuo nelle prestazioni, ma non so può essere determinante anche in una grande squadra. Qualche dubbio ce l’ho”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy