L’ultima trasferta di Totti: “Ma le foto me le farete anche il prossimo anno”

L’ultima trasferta di Totti: “Ma le foto me le farete anche il prossimo anno”

Il capitano e una frase che lascia aperta ogni ipotesi. Spalletti: “È la nostra leggenda, ma io…”

L’ultima sarà al Bentegodi di Verona, sempre che poi sia davvero l’ultima. Quasi venticinque anni di trasferte, forse, andranno via proprio così per Francesco Totti. Anche se ieri il capitano giallorosso, prima di salire sul treno, ha voluto tranquillizzare così i tanti tifosi che gli chiedevano lumi sul suo futuro: «Le foto me le fate anche l’anno prossimo». Da dirigente o da calciatore?

Il dilemma, molto probabilmente, lo scioglierà lo stesso Totti tra poco più di una settimana, subito dopo Roma-Genoa, scrive Andrea Pugliese su “La Gazzetta dello Sport”. Come, molto probabilmente, il Bentegodi lo vedrà attore non protagonista, lui che nelle sue tante trasferte ha giocato sì da protagonista in campi come Santiago Bernabeu, Bayern Arena, Nou Camp, Olympiastadion, Emirate, Anfield Road e Highbury, tanto per ricordarne solo alcuni dei tanti. «Totti è la leggenda, il giocatore più importante che abbiamo, il nostro simbolo. Lo è stato, lo è e lo sarà. Da qualsiasi direzione si voglia guardare la Roma ci si troverà sempre davanti Totti», ha detto ieri Spalletti. Il tecnico che gli sta rendendo molto più amaro di quanto potesse pensare l’addio al calcio. Che poi, appunto, ha aggiunto: «Io lo devo trattare come un giocatore importante, che fa però parte di una squadra. Devo fare delle scelte, a volte l’ho penalizzato e questo mi dispiace. Ma faccio la formazione con il criterio di vincere queste due partite e nel ragionamento ci metto anche la sua gestione».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy